In corso di svolgimento presso il Comune di Barletta

Concorso Vigili Urbani, la storia infinita: nuove segnalazioni dai partecipanti

"Perché non creare, come accade in tutti i concorsi pubblici, una graduatoria più estesa, così da poter attingere anche in un secondo momento, per scorrimento?"

Cronaca
Barletta sabato 17 ottobre 2020
di La Redazione
Polizia municipale
Polizia municipale © nc

Poca chiarezza e trasparenza nei criteri di valutazione applicati alle prove e graduatoria già troppo "corta" rispetto al reale fabbisogno del territorio. Fioccano nuove segnalazioni e perplessità da parte dei candidati al concorso pubblico per Agenti di Polizia Locale, in corso di svolgimento presso il Comune di Barletta.

"Un concorso infinito! Un concorso partito male, che ha costretto a rivedere l'interpretazione di un criterio del bando già dalla prova preselettiva, e che procede peggio.
Note sono le vicende della preselettiva con gli ammessi, otto, addirittura in numero inferiore ai posti messi a bando, 12...
Per poi passare a infinite ed estenuanti prove: prova di guida, prova di inglese, prova di informatica, prova scritta, psicologica, orale...", segnalano alcuni partecipanti.

"Ecco, giunti a questo punto ci sarebbe tanto da dire, ma lo avete fatto egregiamente voi con un articolo. Incredibile che qualcuno venga richiamato a ripetere la prova di Informatica perché "si sono avuti problemi tecnici (Sic!) al pc", utilizzando tra l'altro una pec istituzionale, senza che ne sia data conoscenza pubblica sul sito.
Una tre giorni, quella della prova di informatica, in cui tutti avevano lo stesso esame da svolgere e che quindi vedeva avvantaggiati coloro che lo eseguivano dopo alcune ore rispetto ai primi gruppi si erano presentati per svolgere l'esame.

E poi la due giorni di scritti... Su circa 140 ammessi a tale prova, solo in 20 l'hanno superata.
Ma facciamo due conti:
Qualora dovessero arrivare sino alla fine, 12 sarebbero i vincitori.
Barletta, dopo tanto tempo è riuscita a fare un bando per il corpo di Polizia municipale, che è già sotto organico di circa 40/50 unità.
Considerando che il personale vicino alla pensione ricopre un numero altrettanto importante, ci siamo posti noi una domanda che giriamo agli 'illuminati saggi' di tale commissione: perché non creare, come accade in tutti i concorsi pubblici, una graduatoria più estesa, così da poter attingere anche in un secondo momento, per scorrimento?
È possibile che in una città capoluogo di provincia di circa 100.000 abitanti, il corpo di Polizia locale deve essere sempre in affanno e spesso scoperto di personale?
Questa era la volta buona per dare ossigeno al corpo, ma puntigliosi (a fasi alterne) osservatori non hanno voluto.
In tempi in cui le amministrazioni badano bene al fenomeno spending review, l'attenta amministrazione civica di Barletta si troverà presto nuovamente a indire un nuovo concorso, con tanto di ringraziamento per le tasche dei barlettani.
Un suggerimento: il prossimo concorso fatelo anzitutto con criteri più chiari e certi e magari cercate, come fanno in tutti i concorsi pubblici, di creare una graduatoria più numerosa".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Io ha scritto il 17 ottobre 2020 alle 09:25 :

    Siete niente neutrali. Rispondi a Io

  • Domenico ha scritto il 17 ottobre 2020 alle 08:03 :

    Ora spero che la commissione usi lo stesso criterio rigido di valutazione per i 20 candidati ,senza tener conto che 20 in qualsiasi modo possano passare le alte prove Rispondi a Domenico

  • Giuseppe Capurso ha scritto il 17 ottobre 2020 alle 07:46 :

    I concorsi pubblici sono come una bella donna, non sai mai come prenderla, perchè nei concorsi non si può condividere l'utile al dilettevole, tanto chi usufruisce del dilettevole con verrà mai perseguito se il dolce è fatto con il buco. Abbiamo tanti esperti di concorsi ancora pieni di risorse che possono illustrare le vie maestre per la riuscita del concorso. Chiedete agli esperti dei concorsi alla provincia BAT nel 2010, i concorsi espletati in pieno regolamento. Prova d'esame espletata nel Comune di Canosa di Puglia, Minervino Murge, ecc. ecc. assunti alla provincia BAT. Rispondi a Giuseppe Capurso