Campionati di Tennistavolo

Tennistavolo, l'ACSI ONMIC Barletta rialza la testa in C1 nazionale

Ma scivola in C2, procede spedita in D2

Altri Sport
Barletta venerdì 29 novembre 2019
di Cosimo Sguera
Tennistavolo
Tennistavolo © nc

Sabato 23 e domenica 24 novembre scorsi si è disputato il quarto turno di andata dell'attività agonistica a squadre FITET, sia a livello nazionale che regionale.
Due vittorie ed una sconfitta: è stato questo il consistente bottino conquistato dalle tre compagini che rappresentano il sodalizio ACSI ONMIC Barletta in tre Campionati a Squadre di differente livello.
In Serie Nazionale C1 (girone P), l'ACSI ONMIC Barletta 1981 ha conseguito un prestigioso successo sull'A.S.D. C.T.T. Molfetta (Ba) con lo score di 5 a 2. Prestazione da incorniciare quella offerta dal talentuoso ventenne Dominique Straniero, autore di un memorabile en plein (tre vittorie nei tre incontri disputati).Un preziosissimo punto e' stato conseguito dal fighter Giuseppe Damato, l'altro successo e' stato messo a segno dal pongista Italo - transalpino Maurice Rotondo (ancora distante anni luce della sua condizione ottimale). Grazie a questa brillante affermazione, il team barlettano ha inequivocabilmente "rialzato la testa",iniziando ad allontanarsi dai piani piu' bassi della classifica. Il sentiero che conduce all'ambito traguardo della salvezza e' ancora lungo e tortuoso ma la reazione messa in mostra dall'organico barlettano in questo delicatissimo match lascia ben sperare.Unica "nota stonata", in questo confronto particolarmente insidioso, e' stato il prematuro allontanamento (per meglio intenderci, prima della fine dell'incontro) dal campo di gara del pongista Vito D'Amore, schierato come riserva ma assolutamente non autorizzato ad un comportamento siffatto. In qualsivoglia confronto agonistico si soffre tutti insieme, si gioisce tutti insieme, si lotta tutti insieme , si spera tutti insieme dal primo all'ultimo minuto di gara.Per la partecipazione ai banchetti domenicali o ad altre frivolezze che nulla hanno a che spartire con l'importanza di un evento agonistico vi e' sempre tempo.
Profonda amarezza, in Serie C2, per la grande chance gettata alle ortiche dall'ACSI Barletta 1981 "A", sconfitta per 2 a 4 (tra le mura amiche) dall'A.S.D. Sport Centre Rutigliano (Ba).
Un punto e' stato firmato da Vincenzo Sansonne (non in perfette condizioni a causa di un problema al piede sinistro) ed uno da Giacomo Dicataldo (apparso, ancora una volta, in forma smagliante). Inspiegabile debacle del valentissimo defender Gabriele Bux che, davvero per un soffio, non e' riuscito a conseguire quella vittoria che avrebbe regalato un meritato pareggio alla formazione barlettana. Nonostante l'evitabile scivolone "interno", l'ACSI Barletta 1981 "A" ha conservato il terzo posto in classifica. Per non scivolare sui gradini piu' bassi, gia' del prossimo turno il team barlettano dovra' lottare con le unghie e con i denti per dimostrare il suo effettivo potenziale tecnico. Si confida nel buon momento di Dicataldo, nell'inesauribile tenacia di Sansonne e, soprattutto, nell'animus pugnandi del diciottenne Bux.
Anche se con una prova tutt'altro che esaltante, nel Campionato Regionale di Serie D2 l'ACSI ONMIC Barletta 1981 "B" ha superato (sul proprio campo di gara) l'A.S.D. T.T. Foggia Salumeria Bucci con il punteggio di 5 a 1. Due punti sono stati "firmati" dal Presidente (in una condizione non eccellente), due vittorie sono state conseguite dal "solidissimo" Luigi Campana ed una (a causa di un inspiegabile calo di concentrazione) dall'esperto veterano Giacomo Capuano.
Per effetto di questo successo, l'ACSI Barletta 1981 "B" ha consolidato il momentaneo primato in classifica. Gli scogli da superare per raggiungere traguardi prestigiosi sono ancora tanti, l'organico ribadisce l'intento di ben figurare , l'umilta' e la concentrazione dovranno essere elementi imprescindibili fino alla fine della stagione.



Lascia il tuo commento
commenti