Campionati di Tennistavolo

Tennistavolo, intenso finale di stagione per l'ACSI ONMIC Barletta

In Puglia sarà la città di Casamassima (Ba) ad ospitare l'evento federale

Altri Sport
Barletta venerdì 14 giugno 2019
di Cosimo Sguera
Tennistavolo
Tennistavolo © nc

Tra poco più di due settimane (per amore della precisione il giorno 30 giugno terminerà la corrente stagione e solo 24 ore dopo, caso assolutamente singolare nello scenario sportivo nazionale, prenderà il via l'avventura agonistica 2019 - 2020) calerà il sipario sull'anno federale 2018 - 2019 ma non si commetta l'errore di credere che le gare siano terminate. Nonostante la decisa e subitanea impennata della colonnina di mercurio, nei prossimi tre weekends in ciascuna regione dello Stivale avranno luogo i Campionati Regionali Individuali FITET di tutte le Categorie, validi per l'assegnazione dei relativi Titoli Regionali.

In Puglia sarà la città di Casamassima (Ba) ad ospitare l'evento federale testé menzionato che chiuderà ufficialmente la corrente stagione agonistica.

Per avere un'idea più chiara del volume della manifestazione, è quanto mai opportuno fermarsi qualche istante a riflettere sui numeri di questi Campionati Regionali Individuali: 3 domeniche di sana ed appassionata competizione, 21 gare in programma, 400 atleti in rappresentanza di tutti i sodalizi pongistici regionali, decine di allenatori e dirigenti societari, pubblico nutritissimo a sostegno di quasi tutti i pongisti in gara.

Rispettando una tradizione che si perpetua da ben 38 anni, la Polisportiva Dilettantistica ACSI ONMIC Barletta ( vincitrice, in oltre un terzo di secolo d'ininterrotta attività agonistica, di non pochi Titoli Regionali) non potra' non prendere parte ai Campionati suindicati con i suoi atleti più rappresentativi.

Pur concedendosi una brevissima pausa e "disertando" le gare di Sesta e Quinta Categoria, in programma domenica 16 giugno, il club pongistico ACSI ONMIC Barletta è certo di partecipare al Singolare Maschile di Quarta Categoria, in programma domenica 23 Giugno, con Enzo Sansonne, con il Presidente , con Giuseppe Damato, con Dominique Straniero e con Maurice Rotondo.

Diversi, molto diversi tra di loro, gli obiettivi dei singoli atleti con la gloriosa casacca dell'ACSI ONMIC Barletta.

Reduce da una prestazione tanto incoraggiante quanto sfortunata ai recenti Campionati Italiani svoltisi a Riccione, il "navigatissimo" Enzo Sansonne vorrà legittimamente riscattarsi e dare prova inconfutabile del suo potenziale tecnico -tattico.Nessuna sottovalutazione di quasivoglia avversario, nessun volo pindarico, nessuna sudditanza psicologica, nessun cedimento a provocazioni o ad atteggiamenti che nulla hanno in comune con la pratica sportiva e soprattutto con il fair play. Con presupposti siffatti Enzo Sansonne non potrà ambire ad un podio alquanto "distante" ma farà l'impossibile, ne siamo certi, per conferire ulteriore robustezza a questo suo momento fausto e, soprattutto, per preparare, nel modo migliore, la partecipazione al prossimo Campionato a Squadre di serie C2. Qualche settimana dopo la prova opaca (oltreché inspiegabile se si considera la capillare preparazione da lui stesso messa a punto) offerta ai Campionati Italiani in terra romagnola, il Presidente ha deciso di "volerci riprovare" in questa insidiosissima gara, di affrontare qualsivoglia avversario con assoluta umiltà, con la necessaria determinazione e con la consueta consapevolezza dei propri mezzi. A testa bassa si possono raggiungere mete inimmaginabili e questo un giocatore " di lungo corso" (oltreche' allenatore federale da 25 anni), come il Presidente, lo sa fin troppo bene!

Ha mancato per un soffio, davvero per un soffio, l'accesso al tabellone eliminatorio ai Campionati Italiani testè menzionati e quella briciola di malasorte si e' immediatamente trasformata in incontenibile voglia di ben figurare a questo prestigioso evento regionale.Di quale alfiere barlettano stiamo parlando? Di Giuseppe Damato, ovvero del "crazy fighter" che, dopo una memorabile stagione in Serie C2 culminata in un"incredibile salvezza della sua squadra ai playout, e' immeritatamente "caduto" a Riccione.Il pongista barlettano e', senza ombra di dubbio, la mina vagante di questo Singolare Maschile di Quarta Categoria: puo' rimanere inesplosa e, quindi, rivelarsi inoffensiva contro chicchessia o puo' deflagrare anche contro giocatori di elevatissima caratura tecnica, ribadendo la sua elevata pericolosita' agonistica.

Dominique Straniero, la cui partecipazione ai Campionati Regionali Individuali e' ancora in forse per motivi di studio, non deve riscattarsi, né cancellare brutte prestazioni ma semplicemente ritrovare la continuita' di rendimento. Se ai Campionati Italiani ha recuperato la condizione dei giorni migliori arrendendosi solo ad un avversario particolarmente ostico ed esperto, a Casamassima potra' fare cose egregie in virtu' di una tangibile robustezza tecnica.

Enorme soddisfazione, a livello societario, per l'immediato ritorno alle gare da parte di Maurice Rotondo, dopo la sua assenza ai Campionati Italiani. L'esperto pongista italo -francese ,tornato a vestire due anni fa la maglia del club barlettano dopo ben nove stagioni di assenza, dispone di uno straordinario bagaglio tecnico -tattico che gli consente di competere con pongisti di qualsivoglia caratura tecnica.

Reduce da un girone di ritorno tutt'altro che eccellente nel Campionato Nazionale di Serie C1, il portacolori del sodalizio barlettano ha tutte le carte in regola per uscire prontamente da questo tunnel e tornare ai fasti di un tempo non cosi' remoto.

A questo appuntamento agonistico di fine stagione l'ACSI ONMIC Barletta si presenta,dunque, con soldati particolarmente agguerriti, tecnicamente preparati, tatticamente astuti, rigorosamente umili e consapevoli delle insidie avversarie.

Con mezzi siffatti si può combattere qualsivoglia battaglia e contrastare qualsivoglia nemico.


Lascia il tuo commento
commenti