Campionati di Tennistavolo

Tennistavolo: l'ACSI ONMIC Barletta è salva in C1 nazionale, approda ai playout in serie C2

Parteciperà, per il terzo anno consecutivo, a questo fascinoso livello agonistico che prenderà nuovamente il via alla fine del prossimo mese di settembre

Altri Sport
Barletta venerdì 17 maggio 2019
di Cosimo Sguera
Tennistavolo
Tennistavolo © nc

Sabato 11 e domenica 12 maggio scorsi è calato il sipario sull'attività agonistica a squadre regolamentata dalla Federazione Italiana Tennistavolo, sia a livello nazionale che regionale.

Anche la Polisportiva Dilettantistica ACSI ONMIC Barletta, che si appropinqua a concludere la sua trentottesima stagione consecutiva, ha disputato l'ultima giornata della regular season con le sue due compagini militanti in Campionati a Squadre di differente livello.

In Serie Nazionale C1, l'ACSI Ottica Lamusta Barletta ha dovuto issare bandiera bianca sul "campo minato" dell'A.S.D. Stella del Sud Napoli (seconda forza di questo prestigioso Campionato) con lo score di 2 a 5. Un punto è stato messo a segno dal talentuoso difensore Mario Sardella (sceso in campo in una condizione tutt'altro che ottimale), l'altro successo individuale è stato "firmato" dal regolarista Vito D'Amore (rientrato nel team dopo alcuni anni di assenza). Ancora una "prova incolore" da parte del pongista italo - francese Maurice Rotondo, punta di diamante dell'organico barlettano alle prese con un delicatissimo restyling tecnico - tattico.

La sconfitta "programmata" contro i partenopei non ha intaccato, nel modo più assoluto, il quinto posto in classifica. Una posizione siffatta ha consentito alla formazione barlettana, già con qualche settimana di anticipo, di raggiungere il prestigioso traguardo della permanenza in serie C1 nazionale e, dato tutt'altro che trascurabile, di partecipare, per il terzo anno consecutivo, a questo fascinoso livello agonistico che prenderà nuovamente il via alla fine del prossimo mese di settembre. Per espressa volontà della Presidenza, la compagine simbolo del sodalizio barlettano dovra' assolutamente essere sottoposta ad un vigoroso irrobustimento, finalizzato alla crescita tecnica dei due "gioiellini" Sardella e Straniero. Una formazione con una marcia in piu' potra' regalare, senza ombra di dubbio, inimmaginabili gratificazioni a livello agonistico.Senza, tuttavia, perdere di vista l'umilta', l'animus pugnandi ed il rispetto incondizionato di qualsivoglia avversario.

Nel Campionato a squadre di Serie C2, l'ACSI Ottica Lamusta "A" ha conseguito un preziosissimo 3 - 3 "extra moenia", per la precisione sul parquet dello Sport Centre Rutigliano (Ba), seconda classificata nella corrente stagione.

Magic moment per il fighter Giuseppe Damato (quarto miglior pongista di questo insidiosissimo Campionato), autore di due vittorie cristalline (una di assoluto prestigio sul Terza Categoria Nazionale Giovanni Liso). Prestazione encomiabile da parte del Presidente che, dopo mesi d'inspiegabile grigiore, ha conseguito un successo di straordinaria importanza sul "navigatissimo" Matteo Trovisi. Prova incoraggiante, anche se contrassegnata da una rilevante dose di sfortuna, quella offerta dall'esperto Enzo Sansonne.

Il risultato di parità, il sesto in questa stagione tutt'altro che fausta per il team barlettano, ha consentito all'ACSI Ottica Lamusta "A" di approdare con pieno merito ai playout.

Sabato prossimo 18 maggio, alle ore 16.30, l'ACSI Ottica Lamusta "A" sarà di scena a Lecce contro la locale formazione denominata " T.T. Salento Assicurazioni DE. CA".

Il confronto, valido per la permanenza in Serie C2, si preannuncia emozionante, combattuto, tutt'altro che agevole per il team barlettano, dall'esito rigorosamente impronosticabile.

L'eventuale vittoria dei salentini costituirebbe un verdetto troppo severo per l'ACSI Lamusta, una sorprendente affermazione degli ospiti porrebbe fine ad un anno caratterizzato dalle "occasioni mancate", un pareggio (anche con un solo set di vantaggio) garantirebbe ai barlettani la permanenza in questa Serie cosi' ambita e cosi' insidiosa.

Mai come in un'occasione siffatta, AD ASTRA si potrà giungere solo ed esclusivamente PER ASPERA.

Lascia il tuo commento
commenti