Ieri, domenica 10 febbraio

Barletta in corsa: "Half Marathon" rende onore a sport, cultura e tradizione

Una favola agonistica che non ha messo in gioco solo i costumi sportivi di Barletta, ma anche quelli culturali e turistici

Altri Sport
Barletta lunedì 11 febbraio 2019
di Simone Moscarelli - ASL Liceo Cafiero
Barletta Half Marathon
Barletta Half Marathon © BarlettaLive.it

Si è tenuta il 10 febbraio 2019 nella città della Disfida la manifestazione ‘Barletta Half Marathon’, che è riuscita a coinvolgere non solo gli oltre 2.500 partecipanti alla gara (video) ma anche tutti i cittadini. L’obiettivo in programma per i corridori era quello di percorrere 21,097 kilometri riuscendo ad osservare, durante la corsa, anche le bellezze della cittadina pugliese come le antiche vie e le due grandi litoranee di ponente e di levante; alla fine del percorso, una volta tagliato il traguardo, gli atleti sono stati premiati con la consegna di una medaglia raffigurante Ettore Fieramosca, il grande cavaliere simbolo di pura appartenenza barlettana.

Numerose le società di atletica partecipanti all'evento, provenienti non solo dalla Puglia ma anche da tutta Italia, facendo riunire così nel suo piccolo la popolazione italiana. La partecipazione è stata aperta a tutti, riuscendo a interessare atleti di tutte l’età, anche i meno fortunati come gli invalidi tra i quali spicca la figura di Cosimo Girolamo, proveniente da Alberobello, che in stampelle è riuscito a correre la maratona perfettamente, senza l’ausilio di nessuno mostrandosi all’intera città come un esempio da seguire.

L’organizzazione era ben strutturata, ad essa hanno contribuito diversi sponsor, associazioni e istituzioni come la Regione Puglia e il Comune di Barletta che hanno garantito la sicurezza mettendo a disposizione forze dell’ordine locali e volontari della Croce Rossa: CONI, FIDAL (federazione italiana di atletica leggera) che ha pubblicizzato la manifestazione a livello nazionale, ADISCO di Corato (associazione donne italiane cordone ombelicale) presente per la prima volta ad una manifestazione sportiva; Associazione Intercultura (scambio di studenti all’estero) che ha dato la possibilità a quattro ragazze straniere di poter ammirare l’Italia e le sue bellezze , AIF( associazione italiana fisioterapisti) la quale ha promosso l’arte del benessere durante la gara; FISPES (federazione italiana sport paralimpici e sperimentali) che ha dimostrato di rendere veramente lo sport per tutti; AVIS Barletta (associazione volontari italiana del sangue); Associazione BRANCALEONE che ha messo in mostra le tradizioni della città.

Molti sono stati gli organizzatori presenti alla maratona, tra i quali spicca la figura di Vincenzo Cascella, presidente dell’associazione Barletta Sportiva che in primis si è occupato dell’evento mettendo a disposizione tutte le forze della società di atletica biancorossa per la migliore riuscita di questa grande corsa a livello nazionale. Una straordinaria favola agonistica che non ha messo in gioco solo i costumi sportivi di Barletta, ma anche quelli culturali e turistici mostrando a tutta Italia le bellezze che la città della disfida ha da offrire.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • SEBASTIANO CORCELLA ha scritto il 12 febbraio 2019 alle 07:31 :

    COME MAI A QUESTA EDIZIONE NON COMPARE IL NOME DI PIETRO MENNEA COME LA PRECEDENTE? Rispondi a SEBASTIANO CORCELLA