La pandemia ha incrementato la richiesta di ansiolitici

Ansiolitici? Meglio un libro. In farmacia arriva la Biblioterapia

L’originale iniziativa promossa dalla Farmacia Cappabianca di Barletta

Barletta mercoledì 08 settembre 2021
di La Redazione
Lettera sulla felicità in Farmacia Cappabianca
Lettera sulla felicità in Farmacia Cappabianca © Farmacia Cappabianca

Uno dei danni più rilevanti forse la pandemia l’ha fatto nella nostra mente. Reclusione forzata, cambio di abitudini, rarefazione delle relazioni hanno generato malesseri e turbamenti in tantissime persone.

Il netto incremento delle richieste di ansiolitici osservato nella sua farmacia ha spinto il dottor Patrizio Posi ad un tentativo: proporre la “Lettera sulla Felicità” di Epicuro ai propri clienti.

“Noi farmacisti ascoltiamo continuamente i nostri clienti e abbiamo una influenza positiva su di essi. – afferma il dottor Patrizio Posi – Così abbiamo proposto la “Lettera sulla felicità” di Epicuro a un solo euro. È stato un successo: i clienti sono felici e noi con loro”.

La pubblicazione è stata curata dal gruppo di studio nazionale di cui la Farmacia Cappabianca fa parte, l’Accademia dei Farmacisti, che è riuscita ad attivare una logica di scala per contenere il prezzo di vendita del libro ad un solo euro.

In questa edizione della “Lettera sulla Felicità” è stato inserito un apposito “Diario della Felicità” che consente, in 21 giorni, di riconoscere i tanti motivi per cui dovremmo essere felici e che inspiegabilmente ci lasciamo sfuggire. Delle istruzioni pratiche per esercitarci ad essere ogni giorno felice.

La distribuzione del testo a un euro è stata già avviata nei locali della Farmacia Cappabianca, in corso Vittorio Emanuele n. 262 a Barletta, e proseguirà “fino all’esaurimento delle scorte, che – ci assicura il titolare della Farmacia Cappabianca – sono abbondanti ma durano poco perché tanti clienti ne acquistano anche 10 alla volta”.

I libri curano. La conoscenza offre strumenti per elaborare la tristezza e la narrazione porta il lettore ad analizzare la propria vita e a innescare un cambiamento”.

L’iniziativa è certamente lodevole e siamo certi che vi corrisponderà anche un incremento della felicità nella nostra comunità.

Lascia il tuo commento
commenti