Da Palazzo Madama

Pietro Mennea, il Mise approva francobollo per i 40 anni dall'oro olimpico a Mosca

Soddisfazione del sen. Dario Damiani, che a novembre scorso aveva proposto l'emissione

Politica
Barletta mercoledì 29 luglio 2020
di La Redazione
Francobollo per l'oro olimpico di Pietro Mennea
Francobollo per l'oro olimpico di Pietro Mennea © nc

All'indomani del 40esimo anniversario della medaglia d'oro conquistata alle Olimpiadi di Mosca da Pietro Mennea, arriva dal Ministero dello sviluppo economico la conferma ufficiale dell'emissione di un francobollo celebrativo della storica impresa sportiva.

Grande emozione e soddisfazione per il senatore Dario Damiani, concittadino di Pietro Mennea, che già dal mese di novembre scorso aveva inoltrato la richiesta al Mise. "Pietro Mennea è stato un atleta immenso e indimenticabile, che ha onorato lo sport con la sua dedizione totale, credendo ciecamente nei valori dell'impegno, del sacrificio e della lealtà. Perciò resta un esempio di vita per tutti, per chi ha avuto la fortuna di vederlo in pista e per le nuove generazioni. Avevo chiesto l'emissione di un francobollo per ricordare il suo oro olimpico a Mosca il 28 luglio 1980 e proprio oggi il Mise ha ufficializzato la conclusione dell'iter".

Nei prossimi giorni il sen. Damiani concordera' con il Ministero la data per la sua emissione, anche in vista di un evento celebrativo pubblico da svolgersi nella città natale di Pietro Mennea, Barletta, con il coinvolgimento dell'Amministrazione comunale e del territorio.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele ha scritto il 30 luglio 2020 alle 16:39 :

    per esempio, dovrebbe parlare chi di dovere e ha titolo: Vinella, Savino il cavallo, Giuseppina la domestica di casa mennea (ho letto i suoi commenti su questo sito ed è una miniera d'oro di aneddoti), gente informata e suoi contemporanei. Non chi è nato 60 anni dopo e ha letto appunti, agende, raffazzonate fonti ed è stato incaricato di scrivere la solita melassa retorica. Ma è solo il vissuto che ti permette di percepire esperienze, farle tue e darle al mondo. se qualcuno si spaccia per parente/cugino, chiedete prima di esibire l'albero genealogico. grazie ciao a tutti. Rispondi a Michele

  • Michele ha scritto il 30 luglio 2020 alle 16:33 :

    Ha ragione Savino (ma sei il cavallo per caso?), non è così che si rende omaggio al grande campione, a parte che questo è un vero e proprio doping, ma viene ricordato come ha detto savino da persone indegne. Ora, a parte il giornalista della gazzetta che ha scritto di lui sin dall'infanzia sul giornale di classe che cmq lo racconta in modo fedele e si sta battendo contro i poteri forti, per il resto mennea è un semplice strumento per raccattare voti dai gonzi, vendere qualche libro scritto in fretta e furia da analfabeti/e. in america e nel mondo stanno abbattendo le statue. Un giorno, qua, abbatteremo tutte le menzogne che stanno dicendo, anzi, non avremo bisogno di fare nulla. Ciò che è falso, non diviene verità solo perché a dirlo è il potere. Il potere è per sua natura transitorio. Rispondi a Michele

  • savino ha scritto il 30 luglio 2020 alle 06:43 :

    Bravo DAMIANI così si prendono i voti. Rispondi a savino

  • rosella barni ha scritto il 29 luglio 2020 alle 18:54 :

    È giusto ricordare un Grande Uomo e un Grande Campione! Sono contenta! Rispondi a rosella barni

    savino ha scritto il 30 luglio 2020 alle 09:06 :

    Sig.ra Lei ha ragione, è giusto ricordare il nome di Mennea, ma da chi viene ricordato? (togliamo il sen. DAMIANI), viene ricordato da dei millantatori, da persone ridicole, che solo oggi sono mossi da fremiti di ambizione compulsiva, per dare un senso alla loro vita insignificante.Oggi dopo la morte vogliono cavalcare l'onda del campione Mennea (Lui non lo avrebbe permesso), stanno profanando ed usando in modo indegno il nome di un defunto, la dignità e la considerazione sociale che forse si è creata solo sui campi sportivi.Ma nel filmato non avete visto che uno sconosciuto si è spacciato per allenatore? è solo vergognoso. un amico del campione che gli è stato a fianco quando correva. Rispondi a savino

  • Nicola Lanciano ha scritto il 29 luglio 2020 alle 15:22 :

    Una bella soddisfazione x mennea e x noi barlettani perché non fare una statua a piazza principe Umberto.buona giornata Rispondi a Nicola Lanciano