Dalla Regione Puglia

Ciappetta-Camaggi, Mennea: “Approvato progetto di ripristino del canale per scongiurare esondazioni"

"Mai come in questo momento è importante manuntenere le parti più critiche degli impianti idraulici del nostro territorio, per evitare allagamenti oppure danni all'ambiente"

Politica
Barletta sabato 23 maggio 2020
di La Redazione
Ciappetta Camaggio
Ciappetta Camaggio © nc

"La Regione Puglia ha approvato il progetto di ripristino della funzionalità idraulica del canale Ciappetta – Camaggi per un importo complessivo di 111.560 euro, sulla base della perizia redatta dal Consorzio di bonifica Terre d’Apulia di Bari. L'intervento di messa in sicurezza di questo importante canale, che ricade nel territorio di due grandi città come Andria e Barletta, consentirà di ripristinare tutta la sua funzionalità, evitando il rischio di esondazioni". A darne notizia è il consigliere regionale e comunale del Pd, Ruggiero Mennea.

"Mai come in questo momento - prosegue - è importante manuntenere le parti più critiche degli impianti idraulici del nostro territorio, per evitare allagamenti oppure danni all'ambiente. È chiaro che non basta solo questo. Occorre la collaborazione dei cittadini, soprattutto di quelli che hanno attività nei pressi del canale e devono - sottolinea - evitare in ogni modo di creare ostacoli e ostruzioni al funzionamento naturale dello stesso. Ma si tratta di un passo importante, nella speranza di riuscire in futuro a sostituirlo con un'altra opera idraulica, evitando definitivamente il pericolo - conclude - che abbiamo subìto nel corso degli anni scorsi".


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Francesco Franciolapilla ha scritto il 23 maggio 2020 alle 14:16 :

    Ottimo investimento. Almeno con questa spesa di 111.000 euro adesso siamo sicuri che tutta la merda che arriva da Andria attraverso questo canale finisca nel nostro mare. Prima c'era il rischio che, in caso, di esondazione, una parte potesse invece rimane su qualche campagna! Benissimo! Rispondi a Francesco Franciolapilla

  • Gino Seccia ha scritto il 23 maggio 2020 alle 12:16 :

    Sono 50 anni che raccontate cazzate per migliorare quello scempio ma mai niente dconcreto Rispondi a Gino Seccia