La nota politica

Laureati vincitori bando Bar.S.A., Caracciolo: «Il ruolo di netturbino ha assunto più dignità»

"Giovani laureati a pieni voti ed a loro va tutta la mia ammirazione per una scelta coraggiosa"

Politica
Barletta venerdì 06 dicembre 2019
di La Redazione
Operatori Barsa in via Bramante
Operatori Barsa in via Bramante © Barsa

E' diventata un caso di rilevanza mediatica nazionale la graduatoria dell'avviso pubblico per 13 posti di operatore ecologico nell'azienda Bar.S.A., ripresa ieri anche dal quotidiano online Open diretto da Enrico Mentana. A partecipare e vincere sono stati, infatti, 9 laureati e 4 diplomati, per mansioni per le quali era richiesta la licenza media. Ragazzi e ragazze di poco più di 30 anni, probabilmente talmente sfiduciati dall'assenza di opportunità lavorative da accettare un impiego non consono ai propri titoli di studio ma pur sempre in grado di garantire un minimo di sicurezza e autonomia economica.

A pensarla diversamente è però il consigliere regionale Filippo Caracciolo, che in una nota esprime la sua riflessione:

"La pubblicazione della graduatoria definitiva del concorso per 13 posti di operatore ecologico in Bar.s.a. impone una riflessione su quella che è la situazione socio-economica del nostro territorio".

"Scorrendo i nomi dei vincitori del concorso - spiega Caracciolo - balza agli occhi un dato in particolare: si tratta per la maggior parte di giovani laureati a pieni voti ed a loro va tutta la mia ammirazione per una scelta coraggiosa. Il ruolo di operatore ecologico è stato nel corso degli anni oggetto di stereotipi negativi, ma grazie allo sviluppo culturale di quello che prima era netturbino ed ora è operatore ecologico questo mestiere ha assunto oggi una dignità più consona ai tempi in cui viviamo. A tal proposito mi preme evidenziare la determinazione assunta dall'amministratore unico e dal management Bar.S.A. nel voler premiare il merito, alzando l'asticella della qualità nell'interpretazione di questo ruolo".

“Questo risultato però- prosegue il consigliere regionale - impone un’altra considerazione: i vincitori del concorso avrebbero potuto aspirare a qualcosa di più consono alla propria formazione ed invece per ottenere un posto di lavoro sicuro e garantirsi un futuro senza essere costretti ad emigrare sono stati disposti a calarsi in una realtà del tutto diversa”.

“Da questi dati - aggiunge Caracciolo- dobbiamo trarre spunto per offrire ai giovani del nostro territorio le opportunità che meritano, con la garanzia che vadano a soddisfare nella maniera più ampia possibile le aspirazioni coltivate con anni di studi e sacrifici loro e delle loro famiglie”.

“Auguro ai tredici nuovi assunti un buon lavoro, con l’auspicio - conclude Caracciolo- che la loro cultura del lavoro sia da esempio per tutti in un percorso di costante crescita.”


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • michele cascella ha scritto il 09 dicembre 2019 alle 15:08 :

    Michele Cascella 6 dicembre alle ore 12:46 · Leggiamo con attenzione quanto estrapolato da: Barletta News -6 Dicembre 2019. Caracciolo, riflessione sulla graduatoria Bar.S.A. e sulla scelta dei laureati. 1)“La pubblicazione della graduatoria definitiva del concorso per 13 posti di operatore ecologico in Bar.s.a. Impone una riflessione su quella che è la situazione socio-economica del nostro territorio”. Ad intervenire sul tema è il consigliere regionale Filippo Caracciolo. 2)“Questo risultato però- prosegue il consigliere regionale – impone un’alta considerazione: i vincitori del concorso avrebbero potuto aspirare a qualcosa di più consono alla propria formazione ed invece per ottenere un posto di lavoro sicuro e garantirsi un futuro senza essere costretti ad emigrare sono stati disposti Rispondi a michele cascella

  • Pietro Torre ha scritto il 07 dicembre 2019 alle 08:18 :

    Chissa se Caracciolo ha la laurea e con quale punteggio. Che mondo al contrario. Rispondi a Pietro Torre

  • Bartolomeo Buonacara ha scritto il 06 dicembre 2019 alle 16:21 :

    Chi ha il pane non ha i denti, chi ha i denti non ha il pane. Rispondi a Bartolomeo Buonacara

  • Giuseppina ha scritto il 06 dicembre 2019 alle 13:19 :

    complimenti ai vincitori del concorso io non sono stata presa, dopo una vita a fare la domestica volevo cambiare il lavoro, forse per l'anzianità e il limite di età non ce la facevo a scopare per strada ma in bocca al lupo ai vincitori nella gladatoria. Rispondi a Giuseppina