L'omicidio ieri, 13 aprile

Carabiniere ucciso a Cagnano Varano, il cordoglio della politica

Le parole dei senatori Messina (PD) e Damiani (FI) e del consigliere regionale Mennea (PD)

Politica
Barletta domenica 14 aprile 2019
di La Redazione
Il carabiniere ucciso a Cagnano Varano
Il carabiniere ucciso a Cagnano Varano © nc

“Voglio esprimere la mia totale vicinanza e solidarietà ai familiari del maresciallo Vincenzo Di Gennaro, al suo collega rimasto ferito e a tutta l’Arma dei Carabinieri. Ancora una volta, Foggia e la sua provincia sono teatro di gravi episodi criminali che colpiscono duramente la comunità tutta, le forze dell’ordine e lo Stato. C’è bisogno di una risposta forte da parte di questo governo per questi territori. Una presenza più intensa e assidua che scongiuri altri episodi simili, renda la vita difficile alla criminalità organizzata, che resta un’emergenza in questa zona, e garantisca la sicurezza pubblica”. Così la senatrice del Pd Assuntela Messina commenta l’uccisione del maresciallo dei carabinieri a Cagnano Varano, in provincia di Foggia.

Anche il senatore Dario Damiani (Forza Italia) ha espresso il proprio cordoglio: "Profondo dolore per la morte di un Carabiniere in servizio, intento a svolgere la sua missione di tutore dell'ordine pubblico e della sicurezza di tutti noi cittadini. Il mio sentito cordoglio ai familiari del Maresciallo maggiore Vincenzo Carlo Di Gennaro e sincera vicinanza al collega rimasto ferito. Un episodio tragico in una terra assediata dalla criminalità, in cui lo Stato ha da oggi il dovere di farsi ancor più presente. Il sacrificio estremo del Maresciallo Di Gennaro onora l'Arma dei Carabinieri, le Forze dell'Ordine e quanti, pur sapendo di rischiare la vita, scelgono comunque di stare dalla parte giusta: quella della legalità, della convivenza civile e del rispetto delle regole".

Infine, le parole del consigliere regionale del PD Ruggiero Mennea: "L’attentato di questa mattina a Cagnano Varano, nel quale un carabiniere ha perso la vita e un altro è rimasto ferito, fa emergere tutta la vulnerabilità del nostro sistema di sicurezza. Ma la sicurezza per la nostra regione è ‘la’ priorità, non ‘una’ priorità. Se non c’è sicurezza, non ci sono benessere e sviluppo. Perché il fatto che un carabiniere possa perdere la vita così, durante il servizio, significa aprire una crepa profonda in una comunità che ha bisogno di più tutele. Alla famiglia del maresciallo vanno la mia vicinanza e il mio cordoglio più profondo”.

“Non dimentichiamo che la Capitanata – prosegue Mennea – come dimostrato dai frequenti attentati alle attività commerciali del capoluogo e dagli agguati cruenti avvenuti, negli anni, in tutto il territorio provinciale, è una terra a forte rischio. E’ prioritario un rafforzamento significativo del livello di sicurezza per le nostre forze dell’ordine, spesso esposte a rischi e pericoli come evidenziato da quanto accaduto oggi. Per questo il ministro Salvini intervenga con forza su questo fronte, per garantire la sicurezza dei cittadini e delle forze dell’ordine in un territorio in cui la criminalità – conclude - sta dimostrando un livello di spregiudicatezza non concepibile e non accettabile in una società civile”.

Lascia il tuo commento
commenti