Ieri, 19 settembre, la seduta

Consiglio Comunale, la maggioranza vota ancora scheda bianca: presidente cercasi

La maggioranza non indica il presidente del Consiglio e Maria Angela Carone abbandona la presidenza pro tempore, sostituita da Divincenzo

Politica
Barletta giovedì 20 settembre 2018
di Cosimo Giuseppe Pastore
Consiglio comunale
Consiglio comunale © BarlettaLive.it

Ancora un nulla di fatto per l’elezione del presidente del Consiglio comunale, la cui poltrona resterà occupata, almeno fino alla prossima seduta, dal consigliere comunale anziano Antonio Divincenzo (PD). Già, perché durante la seduta del Consiglio tenutasi ieri, 19 settembre, la presidente pro tempore Maria Angela Carone (M5S) ha “abdicato”, dopo la constatazione della «mancata volontà di eleggere il presidente – ha dichiarato la Carone, specificando – Ritiro la mia disponibilità a presiedere l’assemblea nel rispetto delle istituzioni, un rispetto che non ha chi ritiene di deformare le stesse a proprio piacimento».

I fatti

Era la prova del nove, quella della seduta svoltasi ieri, per testare la durata di quella “luna di miele” a cui il Sindaco Cosimo Cannito aveva fatto riferimento per descrivere la pax politica raggiunta all’interno della sua maggioranza, ai margini delle nuove nomine in Giunta. La coalizione del buon governo ci ha provato, decidendo di non intervenire e delegando il ruolo di portavoce al consigliere Giuseppe Losappio. È lui, infatti, ad avanzare la proposta di rinvio dell’elezione del presidente del Consiglio comunale, avviando così il dibattito politico che per l’ennesima volta è stato al centro dell’assise comunale, per poi ritirare la stessa proposta di rinvio, aprendo la procedura di voto per l’elezione del Presidente.

La sospensione della seduta è stata utile a mettere in accordo tutta la maggioranza che con un tripudio di schede bianche torna a non esprimersi (23 schede bianche; 5 voti per Delvecchio; 2 voti per Doronzo; 1 voto per Losappio). Mancanza di un accordo politico che tarda ad arrivare, come sostiene il Consigliere Carmine Doronzo?

Probabilmente, tanto che il Sindaco Cannito decide di non eseguire il giuramento, previsto tra i punti all’ordine del giorno, sino a completamento dell’organo istituzionale, quindi all’elezione del presidente. La minoranza sembra coesa nel biasimare l’operato della maggioranza: il Movimento 5 Stelle si dimostra contrario al prolungamento del ruolo assunto dalla consigliera Carone, il consigliere Delvecchio (PD) parla di «un’amministrazione che vive alla giornata».

Da qui la decisione di Maria Angela Carone di abbandonare il ruolo di presidente pro tempore. Il ruolo spetta, allora, al più anziano risultante dalla graduatoria stilata a norma del T.U.E.L (Testo Unico degli Enti Locali). Dopo il rifiuto dei Consiglieri pentastellati Antonio Coriolano e Giuseppe Basile, a sedere alla poltrona della presidenza è il Dem Antonio Divincenzo che riprende così la guida della seduta espletando i punti all’ordine del giorno.

Il dato politico

Ad emergere dal dibattito politico è una maggioranza silente, che non lascia trasparire né crepe non ancora rimarginate, né una coesione forte a tal punto di poter individuare il proprio presidente. È una maggioranza che concede la scena alla minoranza, pronta ad attaccare l’operato pre e post elettorale del Sindaco Cosimo Cannito.

È proprio il Sindaco ad ammettere la presenza di qualche intoppo politico che ha ingessato i primi mesi dell’Amministrazione, pur sottolineando la volontà di amministrare la città, dimostrata dal completamento della Giunta e dalle discussioni sulla formazione delle Commissioni consigliari. La Presidenza assunta dalla Carone, non ostacolerebbe in alcun modo, ha evidenziato Cannito, le normali operazioni del Consiglio. A non pensarla così è proprio il gruppo di appartenenza della Carone. Il M5S, infatti, si mostra compatto, sottraendosi dal sostenere operazioni politiche deficitarie per la città e avanzando la proposta di sospendere la seduta del Consiglio.

Prosecuzione dei lavori

La soluzione è fornita dal consigliere Ruggiero Mennea che a più riprese manifesta la volontà di procedere ad un dialogo sui temi e non sulla politica, anticipando il deposito di una mozione di richiesta di convocazione di un Consiglio comunale interamente dedicato alla questione Bar.S.A e di una richiesta di istituzione di una task force ambientale.

La mozione di inversione dei punti all’ordine del giorno permette di far procedere i lavori in aula, partendo dalla comunicazione del nuovo assetto della Giunta. Ad aggiungersi alla squadra di governo, durante il mese di agosto, infatti, sono stati Michele Ciniero (Deleghe: Cultura), Ruggiero Passero (Deleghe: Trasparenza e partecipazione, Servizi istituzionali e demografici, Reti e sistemi informatici comunali, Ambiente, Igiene urbana, Verde pubblico e servizi pubblici, Personale) e Rosa Tupputi (Deleghe: edilizia Pubblica e Privata). L’ingresso della Tupputi in Giunta, inoltre, ha determinato il subentro in Consiglio Comunale di Michele Mazzarisi, primo dei non eletti nella lista ‘La Buona Politica’.

Elezione Commissione Elettorale Comunale

I componenti: Luigi Dimonte (8 voti) – Michele Maffione (9 voti) – Flavio Basile (4 voti).

I supplenti: Stella Mele (10 voti) – Rosanna Maffione (9 voti) – Luigi Antonucci (6 voti).

Nomina della Commissione comunale per la formazione degli Albi dei Giudici Popolari

I componenti: Michele Mazzarisi (18 voti) – Ruggiero Quarto (8 voti).

Costituzione Commissioni Consigliari

La proposta di composizione delle commissioni è approvata con 30 voti favorevoli e ne è data immediata eseguibilità.

Commissione Affari Generali e istituzionali, Sicurezza e Legalità: Spinazzola Adelaide, Spinazzola Massimo, Marzocca Ruggiero, Doronzo Carmine, Maffione Rosanna.

Commissione Attività Produttive e Sviluppo economico e Lavoro: Dimonte Luigi, Maffione Luigi, Rizzi Giuseppe , Basile Flavio, Mennea Ruggiero.

Commissione Affari Finanziari: Grimaldi Pier Paolo, Damato Antonio, Dipaola Giuseppe, Basile Giuseppe, Maffione Rosanna.

Commissione Lavori pubblici: Dicorato Ruggiero, Dileo Rocco, Spinazzola Massimo Antonio, Carone Mara Angela, Divincenzo Antonio.

Commissione Programmazione e Pianificazione del territorio: Laforgia Vincenzo, Dicataldo Sabino, Antonucci Luigi, Carone Maria Angela, Cascella Rosa.

Commissione Affari Socio-Sanitari, Sport e Tempo libero: Memeo Riccardo, Losappio Giuseppe , Dipaola Giuseppe, Coriolano Antonio, Delvecchio Benedetto.

Commissione Ambiente, Verde pubblico, Servizi pubblici: Mazzarisi Michele, Losappio Giuseppe, Lionetti Salvatore, Cascella Rosa, Filannino Michelangelo.

Commissione Cultura e Pubblica Istruzione: Mele Stella, Lionetti Salvatore, Bufo Giuseppe, Divincenzo Antonio, Quarto Ruggiero.

Commissione Controllo e Garanzia: Dileo Rocco, Maffione Michele, Rizzi Giuseppe Antonio, Doronzo Carmine, Coriolano Antonio.

Convenzione per la gestione associata del Servizio Finanziario tra il Comune di Barletta ed il Comune di Trani

La convenzione è approvata: 22 voti favorevoli, 5 contrari e 2 astenuti.

Lascia il tuo commento
commenti