L'incontro politico

Partire dal Mediterraneo per rilanciare l'Europa: incontro con il Partito del Sud

Un Meridionalismo Europeo proposto nell'incontro del Partito del Sud con le forze politiche spagnola e greca di Podemos e Syriza

Politica
Barletta domenica 06 novembre 2016
di Cosimo Giuseppe Pastore
Incontro Partito del Sud
Incontro Partito del Sud © BarlettaLive.it

Partire dal Sud per rilanciare l'Europa, questa la sfida che il Partito del Sud insieme a Pomedoms e Syriza, partiti rispettivamente spagnolo e greco, hanno proposto in un incontro tenuto alla sala rossa "Palumbieri" del Castello Svevo di Barletta.

Tra gli ospiti anche Michele Emiliano, governatore della Puglia che apre l'incontro, mediato da Michele Dell'Edera (coordinatore regionale Partito del Sud), manifestando la sua condivisione di valori con il Partito del Sud «un partito che guarda al futuro, non al passato» afferma lo stesso Emiliano.

IDEALI COMUNI

Il Sud d'Europa riunito per rilanciare l'Unione partendo dal suo mare principale, il Mediterraneo «culla di innumerevoli culture» dice Dell'Edera, non «cimitero più grande della storia» prosegue Panagopoulos, membro del partito politico greco Syriza. Condivisa l'idea per cui la "diversità" del Sud non debba essere un problema da risolvere, ma una ricchezza da sfruttare, permettendo al Sud Europeo di avere più voce nelle politiche dell'Unione.

«Quella di oggi non è l'Europa delineata da Spinelli, abbiamo un'Europa germanocentrica, un'Europa delle banche», queste le parole di Andrea Balìa, vicepresidente del Partito del Sud, che auspica un'unione solidale di forze e popoli «bisogna essere partigiani, nel senso di resistenti ma anche propositivi», conclude Balìa.

IL SUD ITALIANO

Andrea del Monaco, esperto fondi Europei e opinionista della Gazzetta del Mezzogiorno, riporta dati allarmanti per il Meridione: fondi europei destinati a riequilibrare il divario tra Nord e Sud Italia ridotti a causa del Fiscal Compact.

Ad illustrare le conseguenze di queste politiche, Cuccurese, presidente del Partito del Sud, che analizza la questione Meridionale ricavandone un quadro devastante: «L'emigrazione delle menti migliori dal Sud Italia e l'alto tasso di denatalità nel Meridione sono dati che non garantiscono alcun futuro per il Sud Italia: entro poco tempo il Sud sarà abitato solo da over cinquantenni».

PODEMOS E SIRYZA

Due forze politiche, Podemos (secondo partito in Spagna) e Syriza (primo partito in Grecia) hanno arricchito l'incontro portando le esperienze virtuose di un Sud Europeo che cerca di emergere dalla crisi e di non sottostare alle politiche di austerità dell'Unione Europea.

«Siamo condannati a vincere» questo lo slogan utilizzato da Panagopoulos (Syriza) nel presentare la caparbietà con cui il partito ha cercato di non abbandonare la Grecia al suo destino. «Abbiamo promesso di non lasciare nessuno solo» prosegue l'esponente di Syriza «abbiamo fatto una grande riforma fiscale ed evitato 16 mila licenziamenti».

«Costruire un immaginario per il Sud e proporre un'alternativa politica alle destre spagnole », questa la proposta politica di Podemos in Spagna, afferma l'esponente del partito Fernando Martinez De Carnero.

I partiti e i loro esponenti non hanno potuto non fare riferimento al prossimo referendum costituzionale in Italia, lanciando un monito comune, espresso dalle parole di Panagopoulos: «Noi del Sud godiamo della storia e della sapienza di 3 mila anni, se vogliono stravolgere la vostra costituzione, voi difendetela con i denti».

 

 

 

 

Lascia il tuo commento
commenti