Verso il ballottaggio

Apparentamento, Doronzo rende pubblico il testo del documento sottoscritto

La nota integrale di Carmine Doronzo

Politica
Barletta mercoledì 22 giugno 2022
di La Redazione
Carmine Doronzo
Carmine Doronzo © nc

Mentre continua il teatrino degli insulti e della violenza verbale in una campagna elettorale diventata disgustosa, vorrei che per un attimo la politica torni a svolgere il suo ruolo.

FERMATEVI TUTTI!

PARLIAMO DI PROGRAMMI!

Non dimentichiamoci che l'obiettivo ultimo non è sconfiggere l'avversario ma governare la città.

Io il mio contributo l'ho dato, mettendo da parte i risentimenti (che pure sarebbero tanti), guardando a qualcosa di più grande e che guardi lontano, con l'obiettivo di mettere fine ai soliti giochetti di potere, smettere di barattare poltrone e cominciare a pensare ESCLUSIVAMENTE al bene della nostra città e dei nostri concittadini.

All'unica candidata che ci ha chiesto una collaborazione NON HO CHIESTO UNA POLTRONA ma un atto formale per risollevare la città, ciò che ho chiesto è il rispetto di programmi e impegni concreti per Barletta, impegni condivisi, impegni sottoscritti e che ora sono sotto lo sguardo attento di migliaia di persone.

Questo dovrebbe fare la politica, sempre.

Di seguito il testo del documento sottoscritto al cui interno non vi sono esclusivamente parole ma anni e anni di impegno con i nostri attivisti, le nostre candidate e i nostri candidati, i percorsi fatti con circoli, associazioni e movimenti, le nostre lotte, le nostre proposte e le speranze per un futuro migliore.

UN PATTO PER LA CITTÀ FUTURA

A seguito dell’accordo di apparentamento sottoscritto tra le liste della Coalizione dell’Alternativa che ha sostenuto Carmine Doronzo e la candidata sindaco Santa Scommegna, qui di seguito sono riportati gli impegni programmatici condivisi denominati “un patto per la città futura”:

- sottoscrizione di un codice etico in ossequio alla carta di PISA

- non accettare in maggioranza consiglieri eletti nelle liste di opposizione

- non nominare in giunta consiglieri eletti o candidati non eletti, o provenienti dalle liste di opposizione. La giunta sarà composta da assessori di alto profilo e competenti nelle materie ad essi assegnati per il raggiungimento degli obiettivi di governo;

- approvazione di un programma dei primi 100 giorni di amministrazione;

- approvazione entro il primo anno di amministrazione di Piano Urbanistico Generale (PUG) a consumo zero del territorio con particolare attenzione alla previsione di parchi pubblici e ulteriori aree a verde;

- approvazione del Piano del verde pubblico e censimento degli alberi;

- approvazione entro il primo anno di amministrazione di Piano delle Coste, Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS);

- aggiornamento del piano del commercio e del distretto unico a sostegno del commercio locale;

- individuazione dei vertici della Bar.S.A attraverso una procedura aperta di evidenza pubblica fondata su criteri di competenza e merito;

- prevedere un adeguato finanziamento per l’erogazione di contributi per le attività culturali e di spettacolo come previsto dal regolamento comunale (50% del budget cultura);

- istituzione di un ente pubblico di gestione delle attività e spazi di spettacolo dal vivo quali Teatro, Castello, Sacra Famiglia (inclusi eventi dell’estate Barlettana, natalizi, rassegne, festival e Disfida);

- ampliamento degli orari di apertura della biblioteca comunale con estensione orari durante la pausa pranzo e al sabato e alla domenica;

- concessione in gestione gratuita di spazi comunali a imprese di cultura e formazione di pubblica utilità;

- indicazione della direzione artistica del Teatro Curci per intera legislatura, che abbia il compito di assicurare la fruizione completa della struttura teatrale anche oltre la stagione di prosa e con riferimento ad eventi che favoriscano la formazione artistica e tecnica legata alla cultura e comunque l’accesso alle fasce giovanili della cittadinanza e alle associazioni culturali della Città;

- collegamento con Canne della Battaglia e rilancio del sito archeologico (nuova campagna di scavi con previsione di attività didattiche) con la previsione di un progetto per la rievocazione storica della battaglia di Canne;

- richiedere alla Regione Puglia che Barletta divenga sede di eventi Medimex al fine di qualificare l’offerta turistica e culturale della Città;

- adesione ad Apulia Film Commision anche con l’obiettivo di prevedere a Barletta la sede del cineporto;

- dare massima priorità alla consegna dello Stadio Puttilli con piena agibilità;

- realizzazione di uno skate park pubblico;

- piano di promozione e valorizzazione della street art;

- implementare i trasporti pubblici attraverso il PUMS e renderne gratuito l’accesso alle fasce sociali più deboli e per tutti gli studenti;

- avvio di un piano straordinario per il rifacimento delle strade (con attenzione oltre a quelle urbane anche a quelle delle aree produttive e quelle di campagna). Avvio di un piano per l'abbattimento delle barriere architettoniche e per la manutenzione, nonché adozione di parchi, giardini e aree verdi;

-approvazione del regolamento per il ripristino delle manomissioni stradali;

- recupero di Villa Bonelli con la previsione di spazi sociali e aggregativi per giovani e anziani;

- organizzazione di eventi sportivi, musicali e culturali nei parchi pubblici della città (parco dell’Umanità, giardini Baden Powell, etc.);

- riqualificazione delle litoranee con la previsione di ulteriori aree a verde, spiagge libere con servizi, ammodernamento dell’arredo urbano (con previsione immediata messa in sicurezza dei passamani in ferro e progetto di rimozione degli stessi con una soluzione più adeguata), servizi per persone con disabilità.

Interventi di promozione degli sport all’aperto e di spiaggia;

- Approvazione del “regolamento per il benessere animale” e individuazione di adeguate aree pubbliche per lo sgambamento dei cani;

- dare risposte immediate su sicurezza e vivibilità a partire dai bambini (adesione alla rete “CITTÀ PER I BAMBINI”) fino agli anziani (prevedendo nuovi spazi di aggregazione nei quartieri in cui sono assenti);

- interventi urgenti e risolutivi delle emergenze ambientali (aria, acqua, suolo e falde) e della gestione dei rifiuti a partire dall'introduzione della tariffazione puntuale (chi inquina paga);

- interventi per eliminare le fonti di inquinamento concertati con le associazioni e i movimenti ambientalisti presenti in città, anche in seguito ai risultati del biomonitoraggio delle unghie dei bambini;

-messa in sicurezza di tutti gli istituti scolastici di competenza comunale e dialogo con la Provincia per quelle di competenza provinciale. Particolare priorità sarà data al completamento e consegna alla città del plesso scolastico di via Morelli;

- realizzazione di un asilo nido comunale per rispondere al fabbisogno;

- aprire un dialogo con le Università della regione per istituire nel nostro Comune centri di formazione e dipartimenti universitari;

- implementazione di centri di aggregazione giovanili che favoriscano il sano sviluppo della socialità anche attraverso l’utilizzo di fondi regionali, nazionali e comunitari e l’utilizzo di beni confiscati;

- Potenziamento degli uffici anagrafici con adeguata formazione del personale e dei servizi pubblici essenziali per tutta la cittadinanza, soprattutto per le fasce più deboli della città;

- Istituzione di uno sportello di supporto agli anziani per l’utilizzo di nuove tecnologie quali SPID, CIE, PEC, app IO, etc;

- adeguamento, ripristino e messa in agibilità dei centri sportivi di Barletta (palazzetti, Lello Simeone e tensostrutture dedicate allo sport). Realizzazione di una piscina comunale pubblica;

- Miglioramento dei servizi cimiteriali tra cui messa in sicurezza delle scale, previsione di una navetta elettrica per gli spostamenti interni etc;

- Rafforzamento degli istituti di partecipazione (consulte, referendum popolari, delibere di iniziativa popolare) con previsione di uno specifico budget per sostenerne le attività. Istituzione di tavoli di lavoro permanenti con cittadini, organizzazioni e associazioni su sicurezza, turismo, ambiente (con riferimento specifico al mare) e welfare;

- Avvio del quinto piano sociale di zona con particolare attenzione ai servizi domiciliari e servizi e spazi per persone con disabilità. Previsione di nuove figure professionali quali educatori e psicologi;

- Riapertura della casa di riposo (ASP Regina Margherita);

- Programmazione di un piano di valorizzazione di prodotti agricoli ed enogastronomici locali attraverso fiere, sagre, feste di quartiere;

-Vigilanza sullo stato di attuazione di lavori e cantieri in corso con l’obiettivo di accelerare tempi di consegna e aperture, anche con la partecipazione dei cittadini residenti interessati direttamente;

- Interventi per la sicurezza e per l’adeguamento di servizi e sottoservizi per le aree artigianali e industriali;

- Promozione di un tavolo permanente con la Regione per il rafforzamento delle misure di sostegno ad agricoltura, pesca, artigianato e turismo.

I presenti punti rappresentano una prima serie di obiettivi programmatici ai quali se ne aggiungeranno altri da concertare in previsione della scrittura partecipata con cittadini e associazioni delle linee di mandato amministrativo.

Lascia il tuo commento
commenti