Speciale Elezioni

Speciale Elezioni 2022

Le News
Verso le elezioni

Aperta la campagna elettorale, Cannito e la sua coalizione presentati alla città

Il commento sulla Scommegna: «Tra i risultati della sua esperienza la costruzione di un supermercato ai piedi del castello»

Politica
Barletta lunedì 16 maggio 2022
di La Redazione
Mino cannito
Mino cannito © BarlettaLive

Si è tenuta in una piazza Caduti gremita di gente la presentazione alla città del candidato sindaco Cosimo Cannito e della sua coalizione.

L'ex primo cittadino ha deciso di aprire la sua campagna elettorale in compagnia di tutti i rappresentati dei partiti della sua coalizione. Il primo a prendere parola è stato il Sen. Dario Damiani: «Mai avrei pensato - ha dichiarato - di parlare davanti all'ex Palazzo delle Poste, che tornerà presto in mano ai cittadini. Si è aperto uno spiraglio che riconosce questa importante operazione nei confronti della città e di una presenza del filo diretto Barletta-Roma, collegamento che porterà sul territorio locale iniziative di rilievo».

Tutti gli altri esponenti politici hanno ribadito la loro fiducia a Cannito, dichiarando che il nome del candidato sindaco è avvenuto in maniera naturale, poiché l'ex primo cittadino ha mostrato di saper svolgere bene il suo lavoro.

«Mi ricandido - ha dichiarato Cannito - per l’amore che nutro per la nostra città, un amore che scorre nelle vene. Non ho mai abbandonato la nave della mia città, anche nel momento del bisogno. In politica si dice che siamo tutti uguali,ma non è vero. Io non mi sono mai sentito un politico di professione, ho sempre vissuto del mio lavoro. La mia ambizione è stata confinata nel desiderio di migliorare la qualità della vita dei cittadini di Barletta. Le strade sono state il mio parlamento e continueranno a esserlo».

Immancabile il riferimento all'altro candidato sindaco, la dott.ssa Santa Scommegna. «Si professa - ha detto Cannito - persona esperta, ma questo non vuol dire qualificata a svolgere il ruolo di sindaco. Per 20 anni è stata una dirigente al Comune di Barletta. Tra i risultati della sua esperienza la costruzione di un supermercato ai piedi del castello. A causa di una sua autorizzazione, probabilmente l'intero Comune di Barletta dovrà risarcire la lidl di 8 milioni di euro». Sul loro rapporto lavorativo ha aggiunto: «Mi sono fidato di lei, simulava fedeltà mentre decideva già a luglio 2020 la sia candidatura a carica di sindaco. Se non è stata leale nei miei confronti, come farà a esserlo nei confronti dei cittadini?! Barletta potrebbe avere una persona che non conosce i valori della lealtà». 

Dopo la digressione sulla Scommegna, Cannito ha elencato alcuni dei punti salienti della sua campagna elettorale. Tra questi, il suo desiderio di trasformare Barletta in una città moderna anche grazie al rilancio delle imprese sfruttando Zes e fondi Pnrr.

«Sono stato sindaco - ha concluso - in un periodo difficle, ma non per questo ho abbandonato la città. Non è stato facile assicurare la distribuzione delle medicine. Ho dovuto emanare le ordinanze per la chiusura della città. Ritengo di aver affrontato con determinazione quel momento senza mai aver avuto paura delle minacce di morte che non mi sono mai mancate». 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Salvatore Tomasone ha scritto il 16 maggio 2022 alle 06:14 :

    Barletta potrebbe diventare una città turistica favolosa. Un lungomare da Barletta a Zapponeta .Spiagge larghe e mare pulito. Zapponeta è bandiera blu. Non si capisce perché Montesilvano Silvi marina ecc a 200 km nord da Barletta hanno un litorale marina con alberghi ristoranti che creano lavoro. Barletta ha parcheggi abusivi sterpaglie bivacco di cani randagi e sporcizia. Non si capisce chi blocca questo sviluppo. Ci sono tutte le potenzialità ed ogni amministrazione comunale e regionale di sinistra rimane indifferente a trovare una soluzione e dire una risposta ai cittadini per far crescere il turismo il territorio. È la mentalità? È la mafia? Chi è che blocca questa evoluzione? Fa ribrezzo vedere posti meravigliosi abbandonati. Di fronte al castello c'è un aerea con parcheggi abusivi... Rispondi a Salvatore Tomasone

  • Salvatore Tomasone ha scritto il 16 maggio 2022 alle 06:21 :

    Sono dieci anni che vivo a Barletta per lavoro e non ho visto nessun cambiamento sul litorale. Comunque il sindaco Cannito è stato un uomo del fare e del controllo sui cantieri. È stata una grande bastardata averlo tradito è impeditogli di lavorare. È una persona onesta simile al sindaco Francesco Salerno che ha dato un volto nuovo a Barletta. Mi auguro che Cannito ritorni a lavorare per la città è realizzi un grosso progetto per lo sviluppo del lungomare incrementando parchi e turismo. Sotto piazza Roma perché non si crea un parcheggio sotterraneo come davanti al policlinico di Bari? Rispondi a Salvatore Tomasone