Verso le elezioni

Marco Meloni (PD) sulle amministrative: «A Barletta confuso coacervo di liste civiche»

Frizione tra PD nazionale e regionale

Politica
Barletta domenica 20 marzo 2022
di La Redazione
La candidata sindaco Santa Scommegna
La candidata sindaco Santa Scommegna © BarlettaLive

Marco Meloni, Coordinatore della Segreteria Nazionale del Partito Democratico, è intervenuto in merito alle prossime amministrative di Barletta. Questo il suo commento: «Il Partito Democratico è impegnato in tutta Italia nella costruzione di una coalizione progressista, riformista e ambientalista, che fondi sull’alleanza con le altre forze del centrosinistra – Movimento 5 Stelle, partiti e movimenti della sinistra, Verdi, soggetti del centro riformista – un progetto per il governo del Paese in grado di battere la destra sovranista. Il prossimo appuntamento delle elezioni amministrative, specie nei comuni più importanti a partire da quelli capoluogo, rappresenta una tappa fondamentale per la crescita e il consolidamento di questo progetto».

«Per questa ragione - ha continuato - riteniamo sia un grave errore che a Barletta si tenti di intraprendere una strada fondata, nella sostanza, su un confuso coacervo di liste civiche che sembrano prescindere da qualsiasi discrimine tra centrosinistra e centrodestra, e dunque privo di alcuna chiara connotazione progressista. Un disegno sul quale non a caso si registra la mancata convergenza dei soggetti fondanti della coalizione larga del centrosinistra, a partire dal M5S e dalla Sinistra. Lo è tanto più in quanto chi ha assunto questa decisione non ha inteso considerare con la doverosa attenzione la richiesta della segreteria nazionale, espressa nella giornata di ieri dal responsabile nazionale Enti locali on. Francesco Boccia, di non precipitare i tempi nell’adottare scelte indubitabilmente in contrasto con la linea del Partito Democratico. Verificheremo nei prossimi giorni le modalità attraverso le quali, in Puglia come nel resto d’Italia, giungere a scelte improntate al senso di responsabilità e al rispetto di una linea politica che costituisce l’essenza del progetto politico che, guidato dal segretario Enrico Letta, il Partito Democratico sta perseguendo con tenacia e con risultati finora assai positivi».

Non si è fatta attendere la risposta dell'onorevole Marco Lacarra, Segretario del PD Puglia, che si è dichiarato "rammaricato per la nota del Partito Democratico nazionale".

«In Puglia - ha aggiunto - il PD sta lavorando quotidianamente assieme ai Coordinatori di Sinistra Italiana e del Movimento 5 Stelle, tenendo anche conto delle volontà espresse e delle necessità rappresentate dai circoli del nostro Partito. In particolare, il dialogo con il M5S presenta l’ulteriore complessità dell’assenza di organismi regionali di coordinamento. In alcuni Comuni ci sono situazioni difficili, determinate dalla presenza di frizioni e risentimenti con i quali bisogna confrontarsi, mentre in altri le condizioni sono molto più agevoli». 

«Per quanto riguarda Barletta - ha specificato - il Partito Democratico locale sostiene una candidatura femminile forte, quella di Santa Scommegna, unanimemente riconosciuta come persona di grande valore politico e umano, oltre che di notevole competenza amministrativa. Sono ancora in corso contatti tra le Segreterie cittadina e regionale del PD e i rispettivi omologhi di Sinistra Italiana per provare a presentarsi assieme alle elezioni. Il tentativo di giungere a questa sintesi è in corso in tante realtà locali pugliesi, quindi le affermazioni del Partito nazionale appaiono ingenerose, soprattutto nei confronti di tanti Segretari di circolo e, tra di loro, certamente della Segretaria del PD Barletta Rosa Cascella, che quotidianamente lavorano tra mille difficoltà e senza che siano pienamente legittimati in assenza di organismi provinciali e regionali rinnovati e legittimati, spesso senza coltivare alcuna ambizione personale».

«A Barletta - ha concluso - è ancora possibile trovare un accordo sia con Sinistra Italiana che con il Movimento 5 Stelle. Da sempre manteniamo sul territorio ottimi rapporti con le altre forze politiche che si riconoscono nel percorso progressista indicato da Enrico Letta e a questa tornata non sarà diverso. Sono naturalmente disponibile a incontrare il Segretario nazionale per rappresentargli nel modo più dettagliato possibile la situazione della Puglia: un territorio dove il centrosinistra vince praticamente tutte le competizioni elettorali principali da oltre 15 anni determinando una svolta nella storia della regione rispetto alla quale non si torna indietro».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Graziano ha scritto il 20 marzo 2022 alle 19:26 :

    Fanno bene i partiti a vergognarsi e a nascondersi dietro le liste civiche. Se abbocchiamo è bello colpa nostra. Rispondi a Graziano