Con determina dirigenziale

Caso supermercato Lidl al castello, annullata autorizzazione in autotutela

Per illegittimità derivata, in quanto atti conseguiti e rilasciati sulla base di atti amministrativi parzialmente illegittimi

Politica
Barletta giovedì 05 agosto 2021
di La Redazione
Retro zona porto
Retro zona porto © Consiglieri comunali

Si conclude per ora con l'annullamento del PAU (provvedimento autorizzativo unico) in autotutela da parte del Comune di Barletta la vicenda che ha tenuto banco nei mesi scorsi, nata dall'avvio delle opere di demolizione e ricostruzione di un locale da adibire a deposito/supermercato della società Lidl Italia s.rl. ai piedi del castello svevo. In data 4 agosto, la dirigente del Settore Sviluppo economico e attività produttive, Santa Scommegna, ha firmato il provvedimento di annullamento in autotutela, ai sensi dell’art. 21-nonies della L. n. 241/1990, "per illegittimità derivata, in quanto conseguiti e rilasciati sulla base di atti amministrativi parzialmente illegittimi per false rappresentazioni dei fatti, annullati in autotutela". Il Pau era stato rilasciato il 23 dicembre 2020.

Contro tale provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale amministrativo innanzi al Tribunale Amministrativo della Regione Puglia – sede di Bari, entro il termine di 60 giorni decorrenti dalla data della notifica dell' atto, o in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 giorni sempre dalla notifica dello stesso.

Lascia il tuo commento
commenti