La nota del gruppo in Consiglio regionale Puglia

Sanitari no vax, gruppo CON Emiliano: "Direttori ASL prendano provvedimenti immediati"

"Come può un professionista che ha come vocazione difendere la salute altrui fare una scelta così potenzialmente dannosa per la gente che è chiamato a proteggere?"

Politica
Barletta giovedì 11 marzo 2021
di La Redazione
Sanitari no vax
Sanitari no vax © Altalex

“Invitiamo i direttori generali delle Asl pugliesi a prendere provvedimenti immediati nei confronti di tutti gli operatori sanitari che rifiutano il vaccino anti covid”. Lo chiede a gran voce il gruppo consiliare ‘CON Emiliano’ (Gianfranco Lopane, Alessandro Delli Noci, Alessandro Leoci, Peppino Longo, Giuseppe Tupputi e Antonio Tutolo).

Una dura presa di posizione che prende spunto dal gravissimo caso registrato nei giorni scorsi nell'ospedale 'Vito Fazzi' di Lecce, dove sono rimasti contagiati 18 pazienti e 4 sanitari nel reparto di Oncologia, un problema che ha portato alla sospensione delle cure chemioterapiche, anche per i pazienti non ricoverati, provocando sconforto e proteste.

“Proprio nella Asl di Lecce - aggiungono i consiglieri del gruppo CON - circa duecento tra medici, infermieri e oss non sono stati vaccinati. Di questi solo un centinaio hanno opposto motivi di salute, mentre per gli altri cento è stata una scelta personale, non hanno voluto vaccinarsi. Una scelta inaccettabile, aggiungiamo noi, visto il delicato ruolo che svolgono, un ruolo che impone una presa di coscienza in un momento così drammatico. Ogni medico ha il dovere di tutelare se stesso e gli altri. Come può un professionista che ha come vocazione difendere la salute altrui fare una scelta così potenzialmente dannosa per la gente che è chiamato a proteggere?

Per questo, al di là del caso di Lecce, allargando il ragionamento all'intera regione, chiediamo a tutti i direttori generali delle Asl pugliesi di adottare misure immediate nei confronti di quei sanitari che per scelta non si vaccinano contro il covid”.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Angelo doronzo ha scritto il 29 marzo 2021 alle 04:57 :

    Bisogna licenziare queste persone ce altra gente che vuole lavorare Rispondi a Angelo doronzo

  • savino ha scritto il 13 marzo 2021 alle 16:49 :

    SPERIAMO CHE VI POSSIATE VACCINARVI TUTTI-----MA DOPO NON DOVETE ROMPERE PIU' I COG................NI ALLA GENTE. Rispondi a savino

  • Graziano ha scritto il 11 marzo 2021 alle 13:49 :

    Invece di pigliarsela tanto, come diversivo, con i pochi novax in giro farebbero meglio a prendersela con quelli che non riescono ancora a procurarci i vaccini (ma riuscivano benissimo a procurare mascherine cinesi) o a fare ospedali Covid a 17 milioni di euro. Rispondi a Graziano

  • Franco ha scritto il 11 marzo 2021 alle 09:18 :

    Prima di fare guerre ed emettere provvedimenti punitivi bisogna capire il motivo del "rifiuto". Ci sono soggetti fragili ai quali il vaccino non può essere somministrato. La Costituzione non prevede obblighi di somministrazione e di certo non si può pensare a trattamenti sanitari obbligatori. La questione è complessa. Rispondi a Franco

  • Luca ha scritto il 11 marzo 2021 alle 07:08 :

    Radiare subito senza articoli e processi. O lo fanno o cambiessr fateik Rispondi a Luca

    Maria P. ha scritto il 11 marzo 2021 alle 21:45 :

    Peccato per te che la morte di un militare e di un poliziotto in Italia per vaccini AstraZeneca rendono ora legittimi i dubbi e illegittime le tue certezze. Rispondi a Maria P.

    Giulio ha scritto il 12 marzo 2021 alle 08:51 :

    Nessuno obbliga ma chi lavora in quel settore deve essere obbligato a farlo per mantenere il posto di lavoro altrimenti a casa.. E comunque lasciate stare le tv. La realtà è un altra. da sempre i vaccini sono un rischio per lo 0.1% della popolazione mondiale. Quindi o si muore tutti di covid o lo 0.1 % su 70 milioni rischia. Sempre meglio di non fare vaccino. Ah comunque il primo decesso non è attribuibile al vaccino sempre secondo le tv. Quindi non ascoltate solo ciò ke vi fa comodo. Rispondi a Giulio

    savino ha scritto il 13 marzo 2021 alle 17:11 :

    allora è un obbligo o è facoltativo? mi fai capire? TI auguro di vaccinarti prestissimo.