Ricorre l’ottocentesimo anniversario della vocazione francescana del Santo

Sant’Antonio da Padova, "peregrinatio" della parrocchia Buon Pastore

Sarà effettuata l’estrazione del nominativo a cui sarà consegnata l’immagine del Santo per i tredici giorni che preparano alla festa

Cultura
Barletta martedì 14 maggio 2019
di La Redazione
Sant'Antonio da Padova
Sant'Antonio da Padova © GiovinazzoLive.it

Quest’anno, ricorrendo l’ottocentesimo anniversario della vocazione francescana di Sant’Antonio da Padova, la parrocchia del Buon Pastore, in vista della festa del Santo del 13 giugno, per far crescere il legame fra il sant’Antonio e la nostra città, propone l’accoglienza della immagine del santo nei propri ambienti di vita.

Questa iniziativa che porta il nome di Peregrinatio antoniana, vedrà come prima tappa dell’evento, il sorteggio del primo nome di chi accoglierà la statuetta di sant’Antonio. La sera del 31 maggio, giorno di apertura della tredicina, alle ore 20,00 dopo il rito della accensione della lampada al Santo, sarà effettuata l’estrazione del nominativo a cui sarà consegnata l’immagine del Santo per i tredici giorni che preparano alla festa.

Il tredici di giugno, al termine della processione, sarà nuovamente sorteggiato il nominativo di coloro che riceveranno l’immagine per il mese. E così ogni tredici di mese, alle ore 19,00 durante la Celebrazione eucaristica, i devoti del Santo si ritroveranno per l’estrazione del nuovo nominativo e il passaggio della statua.

Chi desidera accogliere la statuetta del Santo nella propria casa, nella propria azienda o nel proprio esercizio professionale o commerciale, può inviare tramite email (ilpastorebuono@yhaoo.it) la propria richiesta alla parrocchia del Buon Pastore oppure può recarsi di persona in parrocchia e presentare la propria richiesta.

Tutti coloro che fanno richiesta, saranno presenti al momento della estrazione del nominativo il 31 maggio e il tredici di ogni mese.

Tale iniziativa mira a ravvivare ed incrementare la devozione a sant’Antonio, il cui culto nella nostra città è plurisecolare (la congrega del santo è attestata in città dai primi del ‘500). L’eterno fascino di Sant’Antonio di Padova, che l’iniziativa vuole proporre, è un richiamo alla santità del quotidiano così come papa Francesco, ha richiamato ai ai cristiani nella esortazione Gaudete et exultate.

Lascia il tuo commento
commenti