00

“Concerto nella chiesa in S. Andrea, pagine sublimi di musica sacra corale”

L'evento si è tenuto domenica scorsa con l'esibizione del Coro polifonico “Il Gabbiano” e del Coro "Hirpini Cantores"

Cultura
Barletta venerdì 27 aprile 2012
di Redazione
Concerto "Incanto Corale"
Concerto "Incanto Corale" © n.c.

Nell’antica chiesa barlettana di S. Andrea Apostolo, domenica 22 aprile si è svolto un concerto di musica sacra intitolato “InCanto Corale”, organizzato dall'Arcidiocesi, dalla Parrocchia di S.Andrea e dall'Associazione Musicale Coro Polifonico "Il Gabbiano" di Barletta.

 

"Si è trattato di un concerto di particolare - spiega il pianista e pubblicista Vincenzo Cannone - spessore culturale che ha visto l’esibizione di due compagini corali in attività ormai da diversi anni: il Coro "Hirpini Cantores" del Santuario di Montevergine (AV) diretto dal M°Carmine D'Ambola e il Coro polifonico"Il Gabbiano" di Barletta, diretto dal M°Gianluigi Gorgoglione. Oltre alle due compagini corali, hanno preso parte alla serata il soprano Matilde Mastria, la vocalist Francesca Pedico e i pianisti accompagnatori Giovanna Petitto e Marcello Camporeale".

"Nella prima parte del bel programma presentato all’attenzione del folto pubblico, il coro avellinese - continua Cannone - ha eseguito con particolare bravura due brani tratti dal repertorio di Antonio Vivaldi (Gloria e Domine fili unigenite), composizioni particolarmente complesse dal punto di vista esecutivo ed interpretativo nonché dall’impervio tessuto polivocale".

 

"A seguire - prosegue il pianista - due estratti dalla celebre Messa da Requiem del sommo Wolfgang Amadeus Mozart (Confutatis e Lacrimosa) che hanno messo in risalto le notevoli capacità direttoriali del M° D’Ambola in questo tipo di repertorio e le qualità vocali della compagine corale da lui diretta. Il resto del programma, quanto mai vario e concepito in maniera tale da far risaltare tutte le preziosità vocali ed esecutive dei due cori, è stato impreziosito anche da pagine corali tratte dal repertorio operistico (i celebri cori verdiani “Va Pensiero”  e “la Vergine degli Angeli” eseguiti dai due cori uniti)".

E ancora: "Da segnalare, inoltre, l’eccellente performance direttoriale del M° Gianluigi Gorgoglione, fondatore della corale polifonica “Il Gabbiano" e infaticabile promotore di tante meritorie iniziative culturali sul suolo barlettano e non: gesto asciutto e preciso il suo, senza concessioni ad aspetti visivi diremmo “spettacolari” e accattivanti nei confronti del pubblico; sobria e particolarmente accurata è stata la sua direzione dei brani “Al Signore Canterò” di David Maden e As the deer longs (Come il cervo all’acqua viva) di Bob Hurd, nei quali ha messo in risalto tutte le qualità timbrico – vocali dei membri del coro, e del soprano Matilde Mastria che ha reso egregiamente le parti solistiche non solo di questi brani ma di tutti gli interventi solistici dei brani proposti nel corso dell’intero concerto. Il variegato repertorio, partendo dal canto gregoriano è giunto sino alla musica sacra contemporanea con “I will trust you”, brano per coro, solista e pianoforte, eseguito in questa circostanza in prima assoluta in Italia, in forma di concerto, è stato interpretato con passione e grinta dalla promettente vocalist Francesca Pedico".

 

"Il successo della serata - conclude Cannone, - evidenziato dal folto pubblico e dai numerosi applausi tributati agli artisti ed ai cori, ha pienamente raggiunto l’obiettivo di coniugare musica sacra e bellezza, meditazione e spiritualità.

                                                 

Lascia il tuo commento
commenti