La nota dei promotori

Ex Palazzo Poste, costituito Comitato per "Casa della Memoria"

La decisione di presentare ufficialmente il Comitato alla città nel mese di settembre, a 78 anni dalla battaglia di Barletta e dall’occupazione tedesca

Cultura
Barletta lunedì 13 settembre 2021
di La Redazione
Ex Palazzo Poste a Barletta
Ex Palazzo Poste a Barletta © nc

Si è costituito, a Barletta, il Comitato ex Palazzo delle Poste che raccoglie e rappresenta i tanti cittadini che auspicano e sostengono un uso pubblico dello storico edificio e che hanno aderito al Comitato.

Sono a tutti note le vicende relative all’ex Palazzo delle Poste: la lunga controversia legale circa la proprietà dell’immobile; il vincolo apposto dalla Soprintendenza; la decisione, a maggioranza, del Consiglio comunale di non esercitare il diritto di prelazione e di non acquisire al patrimonio comunale il palazzo; l’acquisto da parte di privati; gli impegni dell’Amministrazione di tentare ogni altra strada che garantisse la fruibilità pubblica dell’edificio. Trascorsi mesi, nulla più si è saputo.

Da ciò la necessità e l’urgenza di richiamare l’attenzione della cittadinanza e dell’Amministrazione comunale sulla vicenda.

Il Comitato, con l’ausilio e la collaborazione di esperti del settore, ha elaborato una proposta sull’auspicabile destinazione dell’ex Palazzo delle Poste a “Casa della Memoria che, oltre a raccogliere e far conoscere al grande pubblico il patrimonio storico e culturale che il nostro territorio vanta, darebbe nuovo impulso e organicità alla ricerca storica, con particolare riferimento alla partecipazione della città di Barletta e dell’intero territorio, alla Resistenza e alla Lotta di Liberazione, nonché agli anni dal 1920 sino al dopoguerra.

La decisione di presentare ufficialmente il Comitato alla città nel mese di settembre, a 78 anni dalla battaglia di Barletta e dall’occupazione tedesca, vuole riportare al centro del dibattito cittadino il valore simbolico di quel Palazzo e l’importanza di quegli eventi che devono essere ricordati al di là della sterile, rituale celebrazione e sulla necessità di tutelare la memoria delle donne e degli uomini che, travolti dalla grande Storia, in momenti tragici e difficili, rifiutarono ogni scelta opportunistica e seppero da che parte schierarsi.

 

I promotori del “Comitato ex Palazzo delle Poste”

Filomena Rita Farano

Luigia Filannino

Riccardo Losappio

Raffaele Patella

Roberto Tarantino

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gioacchino del Negro ha scritto il 13 settembre 2021 alle 13:43 :

    Se il comune non ha esercitato il diritto di prelazione a suo tempo, come puo' un neo comitato pretendere che il palazzo ex poste italiane possa diventare LA CASA DELLA MEMORIA? BOOOO . COSE NUOVE, COSE STRANE. SAPENDO CHE IL PALAZZO FU ACQUISTATO DA UN PRIVATO Rispondi a Gioacchino del Negro