Rubrica a cura del dott. Renato Russo

5 aprile 1872: Inaugurato a Barletta il nuovo Teatro Comunale “S. Ferdinando”, poi "G. Curci"

Con l'opera "Macbeth" di Verdi

Cultura
Barletta lunedì 05 aprile 2021
di La Redazione
Il Maestro
Il Maestro "G. Curci" © Rotas

5 aprile 1872: Inaugurato con l’opera “Macbeth” di Verdi il nuovo Teatro Comunale “S. Ferdinando”. Nel 1877 sarà intitolato al maestro Giuseppe Curci

Barletta nel 1819 aveva inaugurato il suo primo Teatro stabile, sul sito dove sorgeva anticamente il convento dell’Annunziata. Il Teatro, chiamato “San Ferdinando”, era stato realizzato da un gruppo di barlettani che ne mantennero la gestione fino al 1864, quando fu acquistato dal Municipio che commissionò all’architetto Federico Santacroce una profonda ristrutturazione.

Il progettista, che prese come modello il “San Carlo” di Napoli, restaurato nel 1837, vi apportò alcune importanti modifiche nella tecnica acustica e prestò al tempo stesso molta attenzione alla scelta dei materiali preferendo forme architettoniche chiare ed equilibrate, che portarono alla realizzazione di uno dei più begli esempi di neoclassicismo pugliese.

La platea è a ferro di cavallo, gli ordini dei palchi sono tre più il loggione. L’illuminazione era a gas con appliques a candelabro in ottone. Anche le decorazioni in cartapesta, con le quali sono ornati i palchi, sono molto elaborate. Sul controsoffitto, che nasconde capriate palladiane in legno, è raffigurata l’Aurora, mentre sui due sipari sono rappresentati il Parnaso e la Disfida di Barletta, opera del pittore barlettano Giambattista Calò. La facciata esterna, con scalinata e portico, è adorna dei busti di Rossini, Bellini, Verdi, Mercadante e Donizetti collocati in altrettante nicchie.

Nel 1887 il Teatro venne intitolato al noto compositore barlettano Giuseppe Curci. Nel 1904 accanto al Teatro venne aperta una Galleria, da cui poter accedere alla platea e ai palchi.

Il Teatro, decaduto gradualmente nel corso degli anni, tornerà al suo antico splendore dopo i restauri del 1977.

 

Didascalie:

Il Teatro Curci in un disegno di Clara Esposito

L’interno del Teatro

Il maestro Giuseppe Curci

 

Lascia il tuo commento
commenti