Vi partecipano 5 scuole di Barletta

"Insieme senza confini", presentato il progetto per l'inclusione degli alunni stranieri

Per instaurare un momento di confronto culturare ed un arricchimento per tutti

Cronaca
Barletta venerdì 21 febbraio 2020
di Giacomo Caporusso
Progetto Insieme senza confini
Progetto Insieme senza confini © BarlettaLive.it

Promuovere la cultura dell’inclusione per superare le diversità e creare l’interazione scolastica socio-culturale dei cittadini attraverso il progetto regionale “Insieme senza confini”. Un progetto ambizioso, che ha portato al risultato di unire in rete cinque scuole, con l’Associazione Home and Homme onlus, in un evento patrocinato dal Comune di Barletta.L’incontro di presentazione si è svolto presso la sala Palumbieri del Castello Svevo di Barletta alla presenza del sindaco Mino Cannito, del consigliere regionale Ruggiero Mennea e dei dirigenti scolastici Rosa Carlucci dell’ Istituto Comprensivo “Musti-Dimiccoli” (Scuola capofila), Concetta Corvasce dell’ I.C. “ D ’Azeglio -De Nittis”, Brigida Maria Caporale della "Fraggianni", Lucia Ardito della "Girondi", Lucia Riefolo della "Modugno" e Badr Fakhouri rappresentante dell’Associazione partner Home & Homme onlus .

“Abbiamo colto il bando della regione Puglia- ha tenuto a precisare la dirgente capofila del progetto Dottoressa Rosa Carlucci- per far diventare un problema una risorsa, ossia l’iscrizione di alunni stranieri non italofoni. Grazie a questo accordo, cercheremo di instaurare un momento di confronto culturare ed un arricchimento per tutti. Il messaggio che sarà veicolato sarà quello di pace e stare insieme senza barriere culturali".
Ad impreziosire lo spessore culturale dell’evento l’intervento del giornalista Giuseppe Dimiccoli, del dott. Carmine Gissi, del dirigente in pensione Roberto Tarantino. Il progetto nello specifico è stato illustrato dalle insegnanti Lilli Sator e Antonella Melaccio

Un momento di programazzione svolto in un’atmosfera gioiosa e colorata grazie all’esibizione musicale dei docenti di strumento dell ’indirizzo musicale I.C. “Musti -Dimiccoli” e ai balli degli alunni della scuola capofila con messaggi di convivenza pacifica e di tolleranza. In conclusione un siparietto simpatico col giornalista Giacomo Caporusso attraverso un training giornalistico dei ragazzi imegnati nel giornalino di scuola con domande di estrema perspicacia che lasciano sperare in un futuro migliore.




Lascia il tuo commento
commenti