Il fatto

Salvò in mare un uomo in arresto cardiaco: premiato il Sergente barlettano Ruggiero Iodice

La medaglia di bronzo al merito gli è stata conferita, lo scorso 10 maggio, nel corso di una cerimonia tenutasi a Manfredonia

Cronaca
Barletta mercoledì 15 maggio 2019
di Cosimo Giuseppe Pastore
Il Serg. Ruggiero Iodice riceve la medaglia di bronzo
Il Serg. Ruggiero Iodice riceve la medaglia di bronzo © nc

Era il 13 novembre 2011 quando Ruggiero Iodice, Sergente barlettano della Guardia Costiera di Manfredonia, compì un gesto eroico. Sprezzante del pericolo al quale andava incontro e dimostrando “elevata perizia e intraprendenza”, il sergente Iodice, durante un’attività di pattugliamento navale con la motovedetta della Guardia Costiera CP2072, salvò la vita ad un marittimo in arresto cardiaco che, nonostante le proibitive condizioni meteomarine, si trovava a bordo di un motopeschereccio in navigazione verso il Golfo di Manfredonia.

Già premiato dalla Marina Militare come miglior Sergente dell’anno accademico 2016-2017, Ruggiero Iodice ha ricevuto, lo scorso 10 maggio, in occasione della “Giornata nazionale della sicurezza marina”, un’ulteriore onorificenza, nel corso di una solenne cerimonia tenutasi a Manfredonia ed organizzata dalla Lega Navale Italiana in collaborazione con la locale Capitaneria di Porto/Guardia Costiera, il 118 ASL/FG, la Guardia Costiera Ausiliaria e il Centro Cultura del Mare.

La medaglia di bronzo al merito, così conferita dalla Società Nazionale di Salvamento, è stata consegnata dal Sottotenente di Vascello Dario Nicosia, in rappresentanza del Comandante della Capitaneria di Porto di Manfredonia. Questa, la motivazione che ha accompagnato la premiazione al merito: “Per aver contribuito in maniera diretta e determinante al salvataggio di un marittimo in arresto cardiaco, imbarcato su un peschereccio al largo ed in grande difficoltà per le avverse condizioni meteo-marittime, incurante per la propria incolumità raggiungeva il pericolante proseguendo nella rianimazione coordinandosi telefonicamente con il centro radio medico ed applicando con successo i protocolli di soccorso previsti fino al rientro in porto, dimostrando elevata perizia e non comuni doti di intraprendenza ad operare in condizioni estreme”.

Alla cerimonia, oltre alla cittadinanza di Manfredonia intervenuta, erano presenti anche Alberto Tricarico, Presidente della Società Nazionale di Salvamento (Sezione di San Severo) e Presidente della Guardia Costiera Ausiliare Regione Puglia e Luigi Olivieri, Presidente della Lega Navale di Manfredonia.

Lascia il tuo commento
commenti