Cerimonia svoltasi l'8 marzo

Ufficiale e gentiluomo: a Barletta premiati i decani UNUCI

Cerimonia di consegna di attestati di benemerenza da parte della Presidenza Nazionale per gli ufficiali iscritti di “lungo corso”

Cronaca
Barletta domenica 17 marzo 2019
di La Redazione
Premiazione Ufficiali UNUCI
Premiazione Ufficiali UNUCI © nc

"In un contesto sociale pervaso da derive sociali e ultimamente anche morali, e con il rischio di cadere nel tranello dell’odio e del conflitto di classe, è diventato difficile trovare motivazioni valide per riconoscersi degni e aderire alle associazioni di volontariato. Aver prestato servizio nelle Forze Armate in qualità di Ufficiali è un’esperienza di vita significativa per ogni cittadino, se è stata vissuta con convinzione, esperienza che è servita ad accrescere e a rafforzare il vincolo di appartenenza con il Paese che l’UNUCI intende conservare nel tempo". Così il presidente della sezione barlettana UNUCI, Cav. Ten. Col. CRI Luciano Zagaria, commenta la cerimonia svoltasi nella serata dell'8 marzo.

"L’Unione Ufficiali in congedo, tra i vari scopi, si propone principalmente di rinsaldare proprio tale vincolo nonché, in particolare, la Sezione di Barletta si propone di conservare le tradizioni tramandate da Ufficiali iscritti sin dai tempi in cui a Barletta era insediato il Distretto Militare e la Sezione contava centinaia di soci, a tal punto da richiedere e giustificare l’acquisto di una sede di proprietà, che tuttora rappresenta il valore aggiunto, per non dire il “fiore all’occhiello”, della comunità degli Ufficiali in congedo. Per questi ultimi, ma anche per tutti coloro che sentono vivo il sentimento di attaccamento al mondo delle FF.AA., l’UNUCI di Barletta merita di conservare il proprio storico ruolo sul territorio e si propone, attraverso la promozione delle varie attività sociali, di diventare un punto di riferimento sempre più incisivo per l'intera collettività. Nella serata della festa della donna, presso la sede sociale si è svolta la solenne cerimonia di consegna di attestati di benemerenza da parte della Presidenza Nazionale per gli ufficiali iscritti di “lungo corso”, infatti ad essere riconosciuti meritevoli di tale alto riconoscimento sono stati gli ufficiali: BARILE SALVATORE, DILONARDOMICHELE, DICORATO RUGGIERO,DINOIARUGGIEROANTONIO, PALMITESSA COSTANTINO, SANITATE NICOLA E SUPERBO RAFFAELE, nella foto di rito insieme al Presidente di Sezione.

Alla luce di quanto esposto, sento di poter lanciare, nella mia veste di Presidente della succitata Sezione, attraverso le pagine diquesta prestigiosa testata, un sentito appello a tutti gli Ufficiali in congedo (soprattuttodi complemento), ma anche a tutti i simpatizzanti, affinché provvedano a sottoscrivere l’iscrizione alla nostra associazione o a rinnovarne il tesseramento, nonché a fornire ogni suggerimento, utile a programmare le attività sociali, come addestramento - gare militari - tiro a segno - gite sociali presso siti militari - attività ricreative - cerimonie militari, ecc. A tal proposito, si invitano i soci e loro familiari a partecipare alla visita sociale ad Acerenza (PZ) che si svolgerà domenica 28 aprile, il cui programma sarà pubblicato a breve nella sede sociale. Un Ufficiale ha altresì il dovere di sentirsi “Ufficiale per sempre”, per questo il sottoscritto rimarrà a disposizione di tutti coloro che vorranno rinsaldare sempre più tale “status” e orgogliosamente continuare a conservare questo storico presidio di valori. Nel ringraziarvi per l’attenzione, rammento che la nostra sede in Via Pappalettere, 42, è sempre aperta a qualsivoglia informazione e naturalmente per raccogliere le adesioni per il tesseramento, di nuovi e vecchi soci"

Lascia il tuo commento
commenti