I lavori erano iniziati a giugno 2018

Restauro concluso, riapre al culto la parrocchia Cuore Immacolato di Maria

Il 17 febbraio, nel corso di una solenne celebrazione eucaristica, l’Arcivescovo Mons. Leonardo d’Ascenzo riaprirà al culto la nuova Chiesa

Cronaca
Barletta giovedì 14 febbraio 2019
di La Redazione
Dettaglio nella parrocchia Cuore Immacolato
Dettaglio nella parrocchia Cuore Immacolato © nc

Con grande gioia e gratitudine don Leonardo Sgarra, parroco della Parrocchia Cuore Immacolato di Maria in Barletta, ha annunciato alla comunità che il prossimo 17 febbraio, nel corso di una solenne celebrazione eucaristica, l’Arcivescovo Mons. Leonardo d’Ascenzo riaprirà al culto la nuova Chiesa e compirà il rito di dedicazione del nuovo altare.

Come spiega don Leo “i lavori sono iniziati dal mese di giugno 2018 e hanno inevitabilmente comportato la chiusura dell’aula liturgica. Nello specifico abbiamo provveduto al rifacimento dell’impianto elettrico e di riscaldamento, alla pitturazione interna e all’adeguamento liturgico dell’area presbiterale. Tali opere strutturali si sono rese necessarie per assicurare la messa in sicurezza dell’intero edificio, in particolare dell’aula liturgica. I predetti lavori, inoltre, costituiscono il completamento dei lavori di rifacimento esterno della parrocchia eseguiti nel 2013. L’esecuzione dei predetti lavori rientra nel progetto di adeguamento dell’intera struttura parrocchiale volta a riqualificare gli spazi comuni (compreso anche l’oratorio San Giovanni Bosco) al fine di rendere la Parrocchia ‘casa di preghiera e di incontro per tutti’. Non dimentichiamo, infatti, che il quartiere Barbierini risulta essere un quartiere poco servito dai servizi sociali e da opere di urbanizzazione secondaria; la ristrutturazione dell’edificio, pertanto, è volta anche a far diventare la nostra casa di preghiera un luogo di aggregazione per giovani e anziani. In particolare, la nuova aula liturgica sarà dotata di impianti all’avanguardia, tra cui anche un nuovo impianto di illuminazione realizzato mediante l’installazione di nuovi lampadari, oltre che di opere d’arte, quali l’altare, l’ambone, la sede, il tabernacolo e l’altare per la Statua del Cuore Immacolato di Maria, eseguiti dal maestro scultore Mauro Mezzina. Sono state inoltre realizzate dalla ditta Stufflesser di Ortisei due nuove statue in legno, una raffigurante Santa Gianna Beretta Molla, l’altra Santa Teresa di Gesù Bambino. Ringrazio di cuore le tante maestranze che hanno collaborato per la buona riuscita dei lavori e tutti coloro i quali hanno sostenuto - e continueranno a sostenere - questa grande opera con la preghiera e il sostegno economico”.

“Invito tutti – continua don Leo – a partecipare con fede e con gioia alla celebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo il 17 febbraio alle ore 16.30 per lodare insieme il Signore e riaprire con gioia la nostra nuova casa di preghiera”.

Per gli ammalati e per coloro i quali saranno impossibilitati a partecipare a questo evento, la santa messa sarà comunque trasmessa in diretta televisiva dall’emittente locale Amica 9 (canale 91 del digitale terrestre).

Lascia il tuo commento
commenti