Dal 1° marzo nella zona 3

Concluso spazzamento meccanizzato mensile, si riprende a marzo

Saranno realizzati e affissi “Sei per Tre” e manifesti per ricordare alla cittadinanza la necessità di lasciare le vie libere perché la spazzatrice possa operare

Cronaca
Barletta mercoledì 13 febbraio 2019
di La Redazione
Spazzamento strade
Spazzamento strade © nc

Si sono concluse ieri mattina le operazioni di spazzamento meccanizzato mensile in città che, nel mese di febbraio, hanno coinvolto quattro zone. L’attività sarà ripetuta il mese prossimo e si comincerà venerdì 1° marzo con la Zona 3 (via San Samuele; via Solferino; via Del Gelso; via Ofanto; via Prascina; via Monsignor Dimiccoli; via Magenta) e a seguire, nei giorni stabiliti, tutte le altre, come da comunicazioni che seguiranno.

Tale provvedimento, su disposizione del sindaco di Barletta Cosimo Cannito e d’intesa con l’assessore comunale all’ambiente Ruggiero Passero e con l’amministratore di Bar.s.a. Michele Cianci, fa riferimento a un’ordinanza emanata dall’Ufficio Traffico che impone il divieto di sosta con rimozione dalle ore 5.00 alle ore 9.00. Le auto lasciate in divieto di sosta vengono rimosse e i proprietari sanzionati. Si invita, pertanto, la cittadinanza a collaborare per una migliore qualità del servizio, ringraziandola sin da ora per il proprio contributo a rendere la città più pulita.

E perché il messaggio sia ancora più efficace, a partire dal 18 febbraio prossimo, a cura del Comune di Barletta e di Bar.s.a. saranno realizzati e affissi “Sei per Tre” e manifesti per ricordare alla cittadinanza la necessità di lasciare le vie libere perché la spazzatrice possa operare.

“E’ nostra intenzione arrivare a coprire, a breve, l’intero territorio comunale con questo servizio – ha detto il sindaco Cosimo Cannito – ma in questo percorso è importante che sia coinvolta e partecipe la cittadinanza in modo da consentire agli addetti di Bar.s.a. di operare al meglio e così che che tutti ci sentiamo protagonisti della crescita e del decoro della città”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Paolo Rossi ha scritto il 13 febbraio 2019 alle 13:37 :

    Ho beccato una multa per aver parcheggiato l’auto in un punto dove i cartelli (fogli di carta attaccati con nastro gommato) erano stati staccati. Non contesto la multa ma il fatto che per ritirare la macchina ho dovuto sborsare 150 euro, oltre le 30 euro di multa. Mi chiedo perché appaltare il servizio rimozione a quel prezzo: penso che 50 euro siano ben pagate. Togliere ad una famiglia monoreddito 180 euro penso sia un’atrocità che allontana il cittadino dalle istituzioni. Rispondi a Paolo Rossi