Arriva l'ufficialità dell'avvio lavori

Passaggio a livello in via Andria, dal 16 febbraio i lavori di soppressione

Circa due anni e mezzo per il completamento dell’opera: si cercano soluzioni condivise con residenti e attività commerciali

Cronaca
Barletta giovedì 10 gennaio 2019
di Cosimo Giuseppe Pastore
Passaggio via Andria
Passaggio via Andria © BarlettaLive.it

Arriva l’ufficialità: il 16 febbraio inizieranno i lavori per la soppressione del passaggio a livello in via Andria, con la relativa apertura del cantiere. A comunicarlo è il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, all’indomani della conferenza di servizi svoltasi, nella giornata di ieri a Palazzo di città, con le parti coinvolte. «Sono state prese decisioni importantissime e abbiamo preso l’impegno – anticipa Cannito – che consegneremo il cantiere all’impresa il giorno 16 febbraio».

In realtà una data, seppure ufficiosa, era circolata nelle scorse settimane. Si prevedeva, infatti, l’avvio dei lavori proprio in questi giorni, successivi alle festività natalizie. A dettare un rinvio dell’apertura del cantiere sarebbe stata la prudenza che ha imposto di non replicare quanto accaduto in via Milano, ma di trovare, tramite un confronto con Ferrotramviaria, residenti e attività commerciali, soluzioni che fossero meno gravose per tutti. «La conferenza di servizi di ieri ci ha indotto alla prudenza perché dobbiamo parlare con i residenti, le aziende e dobbiamo sistemare la questione relativa alla mobilità».

L’impresa completerà i lavori in circa due anni e mezzo. L’intento, come anticipato, è di non ripetere l’esperienza negativa di via Milano in cui la presenza di servizi e sottoservizi, dei quali il Comune non era a conoscenza, ha causato uno stop del cantiere all’alba dei lavori nonché ulteriori disagi per cittadini e attività circostanti. «Questo rischio non ci sarà – ha rassicurato Cannito – perché in via Andria stiamo risolvendo prima di tutto il problema dei servizi e dei sotto servizi».

Tra i nodi da sbrogliare anche quello della mobilità urbana e pedonale, che sarà fortemente compromessa dai lavori, per cui si prevede l’attivazione di un servizio di navetta: «Pensiamo di sopperire a questo bisogno dei residenti con un bus-navetta perché Ferrotramviaria non ci è stata molto amica per cui dobbiamo risolvere noi il problema».


Lascia il tuo commento
commenti