L'annuncio del sindaco Cannito

Addio al passaggio a livello in via Andria: anno nuovo, viabilità nuova

Inizieranno, presumibilmente il 7 gennaio 2019, i lavori di soppressione del passaggio a livello di via Andria che dureranno fino al 2021

Cronaca
Barletta domenica 09 dicembre 2018
di Cosimo Giuseppe Pastore
Passaggio via Andria
Passaggio via Andria © BarlettaLive.it

Mentre la città è in festa per il Natale 2018, che si presenta ricco di eventi e novità, a Palazzo di città si fa il punto della situazione sulla nuova viabilità che interesserà Barletta, a partire dal nuovo anno, in seguito ai lavori di soppressione del passaggio a livello di via Andria. La notizia, era già stata anticipata dal sindaco Cannito durante la seduta del Consiglio Comunale dello scorso 22 ottobre. L’inizio dei lavori, tuttavia, è stato posticipato alla fine del periodo natalizio.


A partire dal 7 gennaio 2019, infatti, dovrebbe aprirsi il cantiere destinato all’eliminazione del passaggio a livello. Due anni il tempo stimato per la conclusione dei lavori che interesseranno anche via Vittorio Veneto. Ad annunciarlo, lo stesso Cosimo Cannito nel corso della conferenza stampa di presentazione del calendario degli eventi natalizi (articolo - video): «Abbiamo ritardato la chiusura del passaggio a livello di via Andria, rimandando l’apertura del cantiere al 7 gennaio 2019».

Insomma, la ratio del rinvio sembra celarsi nell’intento di non creare intoppi in città proprio nel periodo natalizio. Nello stesso Consiglio Comunale di ottobre, inoltre, il sindaco Cannito aveva anticipato l’intenzione di istituire un servizio navetta che potesse ridurre le difficoltà legate alla circolazione pedonale, ma ad oggi nessuna conferma. I disagi per la viabilità, infatti, non saranno pochi e andranno ad aggiungersi a quelli creati nel quartiere Settefrati in seguito ai lavori che stanno interessando via Foggia e a quelli di soppressione del passaggio a livello di via Milano: «Già da ora vi anticipo – ha sottolineato il primo cittadino – che da gennaio 2019 fino a gennaio 2021 ci saranno grandi disagi in città, che credo saranno ricompensati in futuro». Ad attenuare le evidenti ricadute economico-commerciali, perlomeno in questo periodo di festa, lo ricordiamo, un albero di natale tra via Palestro e via Musti, simbolo di vicinanza dell’amministrazione comunale alla zona, in cui dovrebbero girare anche artisti di strada nelle domeniche di festa.

Prevedere con esattezza quali saranno le complicazioni dei nuovi lavori, in una città che assume sempre di più le sembianze di un cantiere a cielo aperto, è ancora difficile. Intanto, l’Amministrazione si concentra sul Natale: «Il nostro pensiero andrà anche agli ammalati – ha commentato il sindaco – sarà nostro dovere andare in ospedale dai nostri bambini ammalati. Abbiamo pensato non solo alla musica, all’allegria, al divertimento, alla rievocazione, ma anche a chi queste cose non può viverle in maniera diretta». Per questo, nel mese natalizio circa 1600 famiglie potranno riscuotere il Fitto casa 2016, un contributo economico che ammonta a circa 800 mila euro. Pronta, infine, un’ordinanza contro i botti di capodanno: «Ci teniamo molto che anche i nostri animali di compagnia godano del Natale in maniera serena».


Lascia il tuo commento
commenti