Il caso

Carenza di aule al ″Nervi-Fermi-Cassandro″, gli studenti scrivono al Prefetto BAT

Nei giorni scorsi si è espresso sulla vicenda il Presidente della Provincia BAT Nicola Giorgino

Cronaca
Barletta lunedì 19 novembre 2018
di La Redazione
Protesta al Nervi per le aule
Protesta al Nervi per le aule © BarlettaLive.it

Dopo la protesta studentesca dei giorni scorsi, la vicenda della carenza di aule e altre criticità strutturali del Polivalente "Nervi-Fermi-Cassandro" arriva anche sulla scrivania del Prefetto BAT Emilio Dario Sensi. Con una lettera i ragazzi hanno infatti chiesto un incontro con il rappresentante del Governo per esporre le ragioni del loro malcontento. Di seguito pubblichiamo il testo integrale della missiva:

"Illustrissimo Prefetto,

noi alunni dell’Istituto “Cassandro-Fermi-Nervi” di Barletta vorremmo chiederle un incontro per discutere della situazione relativa alla nostra scuola.

In seguito ad un incremento delle iscrizioni, l’istituzione di un laboratorio di microbiologia e l’istituzione del Polo Universitario per il corso “Geometra Laureato”, il plesso Nervi necessita di due aule in più rispetto a quanto già possiede.

L’IISS “Garrone” utilizza da cinque anni ventidue aule del nostro istituto e, nonostante la riduzione dell’organico nell’ultimo anno scolastico (corrispondente a due classi), reclama di voler utilizzare un altro spazio non negoziabile; si tratterebbe del nostro laboratorio di topografia, che non può essere adibito a “ripostiglio” in quanto all’interno sono custodite attrezzature costose mediante casseforti.

Pur essendoci stati ripetuti incontri, sollecitazioni e dibattiti con la Provincia, questi non hanno prodotto risultati soddisfacenti.

La nostra struttura, inoltre, necessita di manutenzione divenuta estremamente indispensabile in seguito alle ultime precipitazioni; queste ultime hanno reso inagibili alcuni ambienti ospitanti attualmente alunni che esercitano il loro diritto allo studio in aule in cui vi sono infiltrazioni d’acqua cospicue, per mancanza di interventi a tempo debito sul lastrico solare.

Sperando di aver sensibilizzato le vostre coscienze su un tema tanto delicato quale il diritto allo studio, confidiamo in un incontro costruttivo e in una soluzione equa.

La invitiamo a prendere in considerazione la nostra richiesta di incontro.

Ringraziandola anticipatamente, porgiamo cordiali saluti".

Lascia il tuo commento
commenti