Il fatto

Mons. D'Ascenzo cambia volto alla Diocesi: i nuovi incarichi

La Parrocchia di San Silvestro cambia Parroco e Vice Parroco

Cronaca
Barletta venerdì 11 giugno 2021
di La Redazione
Don Sergio Pellegrini
Don Sergio Pellegrini © n.c.

Oggi, solennità del Sacro Cuore di Gesù, in mattinata, a tutto il clero riunito a Barletta, presso il Santuario Maria SS. dello Sterpeto, dopo aver dettato la sua riflessione e al termine di un momento di preghiera, Mons. Leonardo D’Ascenzo, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, ha comunicato le nomine e i trasferimenti resisi necessari per il bene comune della comunità ecclesiale.

Ma prima di dare lettura dell’elenco delle persone coinvolte, Mons. D’Ascenzo ha richiamato i valori di fondo che animano il suo ministero di Pastore, in funzione dei quali egli  perviene alla decisione di effettuare cambiamenti e di operare delle nomine.

Il primo di essi è senza dubbio il discernimento che è fatto di preghiera e di ascolto di quanto “lo Spirito di Dio suggerisce”: «In un passaggio degli Orientamenti Pastorali ho avuto modo di dire che: "In questi anni ... come chiesa diocesana abbiamo cercato di fare questo: riconoscere, interpretare e scegliere quanto lo Spirito ci suggerisce oggi per essere sempre più "chiesa, mistero di comunione e missione". Abbiamo, quindi, bisogno di uno "sguardo nuovo", illuminato dalla luce del Risorto fra noi, dalla luce del suo Spirito, sulle nostre parrocchie, sulle aggregazioni di appartenenza, sul nostro territorio splendido e ferito, sulle nostre storie meravigliose e grigie, sui nostri piccoli grandi conflitti, ecc.. È mia intenzione non interrompere quella corrente di grazia avviata dal mio predecessore col Primo Sinodo diocesano, quanto piuttosto assecondarla con l'apporto di tutti voi affinché porti più frutto" (OP 93)».

Una Chiesa dunque animata dalla comunione e dalla missione è l’orizzonte vero il quale la comunità ecclesiale diocesana per intero deve muoversi sempre più. Ciò richiede apertura alla conversione e al cambiamento:  «Nell'omelia della Messa Crismale – ha continuato - avevo annunciato che stavo completando il mio discernimento in vista di un rinnovamento nell'impostazione pastorale della nostra diocesi. Nella linea della chiesa mistero di comunione e missione, questo rinnovamento, al fine di incoraggiare una maggiore unità dell'azione pastorale e un più proficuo coordinamento tra i vari uffici, domanda una modifica allo Statuto della Curia e uno spostamento di alcuni servizi di collaborazione con il Vescovo, dal rapporto a porzioni territoriali della diocesi al rapporto con settori della pastorale diocesana.

Lo Statuto, che oggi viene promulgato, entrerà in vigore dall' 11 luglio p.v. disponendo, in particolare, la costituzione di Vicari episcopali di settore, per il Clero e per la Pastorale, abrogando la figura dei Vicari zonali; i Delegati episcopali per alcuni settori particolari della vita diocesana; i Coordinatori delle zone pastorali, con compiti precisamente stabiliti».

Il dato rilevante è che l’Arcidiocesi ha un nuovo Vicario Generale, nella persona di Don Sergio Pellegrini: è nato a Bisceglie il 26 gennaio 1972, è stato ordinato presbitero il 25 settembre 1999. Fin’ora è stato parroco di S. Maria Greca in Corato.

Succede a Mons. Giuseppe Pavone.

Alla luce di quanto sopra Mons. D’Ascenzo ha elencato le nomine dei vicari, delegati, coordinatori:

  • Giuseppe PAVONE lascia l'incarico di Vicario Generale e resta Moderatore di Curia.
  • Don Sergio PELLEGRINI lascia l'incarico di Parroco della Parrocchia "Santa Maria Greca" in Corato ed è nominato Vicario Generale.
  • Don Vincenzo de CEGLIE è nominato Vicario episcopale per la Pastorale.
  • Don Cosimo Damiano DELCURATOLO lascia l'incarico di Rettore del Seminario Arcivescovile "Don Pasquale Uva" di Bisceglie ed è nominato Vicario episcopale per il Clero e già dal 7 giugno u.s. Amministratore delle Parrocchie "Sacra Famiglia" in Barletta e "San Ruggero" in Canne della Battaglia.
  • Il diacono Ruggiero SERAFINI è nominato Delegato per la Carità e Direttore della Caritas diocesana.
  • Don Davide ABBASCIÀ è nominato Rettore del Seminario Arcivescovile "Don Pasquale Uva" di Bisceglie e Direttore del Centro Diocesano Vocazioni (CDV); Coordinatore della nuova Comunità presbiterale presso il Seminario Arcivescovile "Don Pasquale Uva" in Bisceglie che sarà formata dagli attuali diaconi: Francesco LA TTANZIO, Matteo LOSAPIO e Paolo SPERA. È confermato Delegato episcopale per il Diaconato permanente e Direttore del Centro Iniziazione Ministeri (CIM).
  • Don Gaetano LOPS è nominato Coordinatore zonale per la zona di Trani.
  • Don Francesco Paolo DORONZO è nominato Coordinatore zonale per la zona di Barletta.
  • Don Giuseppe ABBASCIÀ è nominato Coordinatore zonale per la zona di Bisceglie.
  • Don Antonio MALDERA è nominato Coordinatore zonale per la zona di Corato. Don Nicola GROSSO è nominato Coordinatore zonale per la zona Ofantina

 

Nomine parroci e vicari parrocchiali

TRANI

  • Don Francesco Daniele RIZZI lascia l'incarico di Vicario parrocchiale della Parrocchia SS.mo Crocifisso in Barletta ed è nominato Vicario parrocchiale della Parrocchia "Santa Maria del Pozzo" in Trani.

BARLETTA

  • Sabino LATTANZIO lascia l'incarico di Parroco della Parrocchia "San Giacomo" in Barletta ed è confermato Postulatore diocesano per la Causa dei Santi; è nominato Rettore dell'Oratorio "Casa natale del Venerabile don Raffaele Dimiccoli".
  • Don Fabio DADDATO lascia l'incarico di Parroco della Parrocchia "San Silvestro" in Bisceglie ed è nominato Parroco della Parrocchia "San Giacomo" in Barletta.
  • Don Ruggiero FIORE lascia l'incarico di Vicario parrocchiale della Parrocchia "San Giovanni Apostolo" in Barletta ed è nominato Educatore presso il Seminario Regionale "Pio Xl" di Molfetta.
  • Don Pietro D'ALBA lascia l'incarico di Vicario parrocchiale della Parrocchia "Santa Maria Madre di Misericordia" in Bisceglie ed è nominato Vicario parrocchiale della Parrocchia "San Giovanni Apostolo" in Barletta.
  • Don Vincenzo DE GREGORIO lascia l'incarico di Vicario parrocchiale della Parrocchia "San Silvestro" in Bisceglie ed è nominato Vicario Parrocchiale della Parrocchia "Cuore Immacolato di Maria" in Barletta.

BISCEGLIE

  • Don Giovanni CAFAGNA lascia l'incarico di Parroco della Parrocchia "San Giuseppe" in Corato ed è nominato Parroco della Parrocchia "San Silvestro" in Bisceglie.
  • Don Aurelio CARELLA lascia l'incarico di Vicario parrocchiale della Parrocchia "Cuore Immacolato di Maria" in Barletta ed è nominato Vicario parrocchiale della Parrocchia "San Silvestro" in Bisceglie.
  • Don Luigi TEDESCHI lascia l'incarico di Vicario parrocchiale della Parrocchia "Santa Maria di Passavia" in Bisceglie ed è nominato Vicario parrocchiale della Parrocchia "Santa Maria Madre di Misericordia" in Bisceglie.

CORATO

  • Don Vincenzo BOVINO lascia l'incarico di Vicario parrocchiale della Parrocchia "Santa Maria del Pozzo" in Trani ed è nominato Parroco della Parrocchia "Santa Maria Greca" in Corato.
  • Don Giuseppe TARRICONE lascia l'incarico di Cappellano del Cimitero di Corato ed è nominato Amministratore parrocchiale della Parrocchia "S. Giuseppe in Corato".
  • D’Ascenzo ha altresì comunicato che si è concluso l'iter canonico e civile per la soppressione dell'Ente Chiesa "B. V. Madonna delle Grazie" in Corato. La parrocchia Mater Gratiae ha mutato denominazione in "Madonna delle Grazie" e le è stato conferito il titolo di Santuario diocesano, già precedentemente eretto presso l'Ente Chiesa "B. V. Madonna delle Grazie».

Avviandosi alla conclusione, l’Arcivescovo ha ringraziato « tutto il presbiterio per il servizio sacerdotale a vantaggio della nostra chiesa diocesana. In particolare, coloro che sono coinvolti nei cambi che ho appena comunicato, per la disponibilità e l'obbedienza. Concludo citando, ancora una volta, gli Orientamenti pastorali: "La nostra ammirata Cattedrale di Trani, spesso paragonata a una imbarcazione ormeggiata, è pronta sempre a ripartire. La chiesa diocesana da essa rappresentata, ricca della sua storia di fede antica e sempre nuova, è invitata anche oggi a «riprendere il largo» (cf Mt 5,4), a «uscire» dalle proprie sicurezze per una nuova tappa evangelizzatrice del nostro territorio. Che Maria, Madre del Vangelo vivente, sorgente di gioia per i piccoli, ci accompagni sempre" (OP 1O1)».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 12 giugno 2021 alle 05:22 :

    Già ma nel concreto viene cancellata la comunità, la festa, lo stare insieme perché possono creare contagio. Resta solo il rito magari via streaming da seguire individualmente. La fede dal divano. Rispondi a Franco