Il fatto di cronaca

Alloggi popolari disabitati, sventato tentativo di occupazione abusiva a Barletta

I condomini, insospettiti da un volantino, hanno avvisato la Polizia municipale

Cronaca
Barletta domenica 10 gennaio 2021
di La Redazione
Volantino affisso
Volantino affisso © BarlettaLive.it

Un probabile tentativo di occupazione abusiva di un appartamento Arca Puglia, da mesi disabitato, è stato sventato ieri mattina a Barletta. L'episodio è avvenuto in via Salvemini, traversa di via Achille Bruni, dove Polizia municipale e Polizia di Stato sono intervenute su tempestiva segnalazione dei residenti.

Nella giornata di venerdì, infatti, i condomini hanno notato l'affissione di un volantino che intimava per il giorno successivo, 9 gennaio, "di sgomberare le scale per motivi di smantellamento porta del terzo piano", a firma di un sedicente direttore del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. In effetti nella mattinata di sabato 9 gennaio un uomo si recava all'interno dello stabile, qualificandosi come addetto dell'azienda incaricata di procedere all'operazione ma, avvertito dell'imminente arrivo dei vigili urbani chiamati dagli altri condomini per verificare che il Comune di Barletta ne fosse a conoscenza, si dileguava in tutta fretta. Giunti sul posto, i vigili confermavano l'assoluta estraneità dell'amministrazione a quanto annunciato nel falso volantino; stessa risposta dall'Arca Puglia, contattata telefonicamente. Acquisite le testimonianze, sulla vicenda sono in corso indagini.

Un episodio purtroppo emblematico di tante situazioni analoghe di gestione infruttuosa del patrimonio immobiliare pubblico, in cui a fronte di lunghe graduatorie di nuclei familiari richiedenti un alloggio popolare, vi sono abitazioni non assegnate che suscitano "appetiti" illeciti. L'invito ai cittadini è segnalare sempre all'amministrazione comunale o alle forze dell'ordine eventuali movimenti sospetti nei palazzi o richieste di informazioni da parte di soggetti non autorizzati, al fine di prevenire abusi.

Lascia il tuo commento
commenti