Progetto "Dagli Anziani 1000 alberi per l’Ambiente”

"Piantiamo il futuro", Spi Cgil BAT piantuma ulivi nei plessi scolastici di Barletta

L’iniziativa mira a sensibilizzare diverse generazioni nei confronti della tutela dell’ambiente, promuovendo occasioni di incontro con le scuole

Attualità
Barletta sabato 15 febbraio 2020
di La Redazione
Piantiamo il futuro Spi Cgil
Piantiamo il futuro Spi Cgil © nc

Si terrà a Barletta lunedì 17 febbraio un’altra tappa nella Bat del progetto regionale promosso dal Sindacato pensionati dello Spi Cgil Piantiamo il futuro - Dagli Anziani 1000 alberi per l’Ambiente”. L’iniziativa mira a sensibilizzare diverse generazioni nei confronti della tutela dell’ambiente, promuovendo occasioni di incontro con le scuole, gli studenti e i docenti volte ad approfondire i rischi che derivano dal cambiamento climatico in atto, a sviluppare la consapevolezza della cittadinanza, stimolando il contributo di ogni singola persona.

In tutta la provincia della Bat, sino alla fine del tour, saranno 120 gli ulivi piantati al termine della campagna di messa a dimora di uno dei simboli della nostra regione, ma non solo.

La giornata del 17 febbraio si articolerà in tre momenti: alle ore 9.30 saranno piantati alberi nei giardini dei plessi scolastici “N. Fraggianni”, liceo classico “Casardi” e media “De Nittis”. Alle ore 9.45 saranno piantumati altri 14 ulivi in via Vitrani. Poi alle ore 10.00 presso il liceo “Casardi” si terrà un dibattito con i saluti del sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, del dirigente scolastico, Giuseppe Lagrasta e Felice Pelagio, segretario generale Spi Cgil Bat. Interverranno: Ruggiero Passero, assessore all’Ambiente di Barletta, Biagio D’Alberto, segretario generale Cgil Bat, Raffaele Corvasce, Legambiente Barletta e Michele Cianci, amministratore della Barsa. Le conclusioni saranno affidate alla segretaria dello Spi Cgil Puglia, Antonella Cazzato. L’incontro sarà moderato dalla giornalista Floriana Tolve.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Antonio Michele ha scritto il 16 febbraio 2020 alle 16:52 :

    Ma un altro albero diverso non si può scegliere? Qualche albero verde che assorba anidride carbonica??? Rispondi a Antonio Michele