In collaborazione con Bar.S.A.

Borracce a scuola, accolta la proposta della coordinatrice Bat Italia in comune Grazia Desario

Le borracce verranno distribuite a tutti gli alunni della scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado

Attualità
Barletta lunedì 07 ottobre 2019
di La Redazione
Grazia Desario
Grazia Desario © nc

La coordinatrice Bat di Italia in comune Grazia Desario esprime la propria soddisfazione per la presa in considerazione della proposta “Borracce per tutti gli alunni", pubblicata su diverse testate giornalistiche.

"Ringrazio l'amministratore unico della Barsa, avvocato Michele Cianci per aver dato seguito alla proposta di Italia in comune dimostrando, ancora una volta, la sua sensibilità sui temi ambientali - commenta Grazia Desario - Sinergia e unità di intenti sono alla base di una politica ambientale che mette al centro il cittadino prendendosi cura della sua salute. L'iniziativa proposta da Italia in comune nasce dall’esigenza di diminuire l'uso della plastica e rientra nella sensibilizzazione delle future generazioni alla tutela del pianeta. Auspico che questa bellissima iniziativa faccia da volano per una continuità educativa tra scuola, amministrazione e famiglia. Puntare su una Barletta green deve essere l’obiettivo di tutti!
Le borracce verranno distribuite a tutti gli alunni della scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado e sono certa che il coinvolgimento dei nostri giovanissimi cittadini porterà tanto entusiasmo da iniziare a prendere consapevolezza della tutela dell’ambiente. Questi sono i risultati tangibili e gli obiettivi che dovrebbe raggiungere la politica, quella rivolta al bene comune".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Roberto Garoto ha scritto il 07 ottobre 2019 alle 20:19 :

    Nella prima comma dell'articolo si parla di soddisfazione per la "presa in considerazione" della proposta... Nel finale si parla già di distribuzione delle borracce. Qual'e la verità? Rispondi a Roberto Garoto

  • Maria P. ha scritto il 07 ottobre 2019 alle 17:51 :

    Diffidare in futuro da tutte le iniziative politiche che contengono i termini "bio", "eco" e "green". Pagate per farsi belle con i soldi dei cittadini. Rispondi a Maria P.

  • Giuseppe Ziotto ha scritto il 07 ottobre 2019 alle 10:53 :

    Che spudorata! Corre voce, ed è un voce mooolto attendibile, che la paternità di questa iniziativa è attribuibile ad altra persona che innocentemente volle informare dell’idea tutte le mamme di una chat scolastica in cui è presente Desario, non come genitrice ma come insegnante. Rispondi a Giuseppe Ziotto

  • Laura pansini ha scritto il 07 ottobre 2019 alle 10:16 :

    Mi scusi ma verranno utilizzate anche per la mensa scolastica? Siccome nei 1. 60 giornalieri c'è anche l acqua che spetta. In questo caso come funzionerebbe? Rispondi a Laura pansini

    Marco ha scritto il 07 ottobre 2019 alle 17:47 :

    Semplice i ragazzi prendono l'acqua minerale delle bottiglie di plastica e la versoano nelle borracce di alluminio, per essere ecologisti. Rispondi a Marco

  • Marco ha scritto il 07 ottobre 2019 alle 08:44 :

    Ormai è una moda: gli amministratori si fanno belli con provvedimenti spot in tema ambientale visto che va tanto. Forme facili di autopromozione, non di promozione della cultura ambientale. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 07 ottobre 2019 alle 08:41 :

    Grande esultanza per il provvedimento, soprattutto da parte dei produttori-venditori di borracce. Rispondi a Franco

  • savino ha scritto il 07 ottobre 2019 alle 06:44 :

    Sono curioso di sapere , dove le comprate queste borracce e in che quantitativo. tanto per non passare da c........ni. Rispondi a savino

    Maria P. ha scritto il 07 ottobre 2019 alle 17:48 :

    Si infatti nessuno ci dice quanto costa questo spot ambientalista. Rispondi a Maria P.