Siglata una convenzione

Porto di Barletta scalo per crociere di navi Luxury dal 2020

Una opportunità turistica per la città e la provincia

Attualità
Barletta giovedì 11 luglio 2019
di La Redazione
Il vicesindaco Lanotte
Il vicesindaco Lanotte © nc

E’ stato siglato ieri, a Bari, lo schema di convenzione fra l’Autorità di Sistema portuale del mare Adriatico meridionale e il comune di Barletta per la creazione di nuovi itinerari turistici destinati al crocierismo di nicchia, in attuazione del progetto Themis – Territorial and maritime network supportino the small cruisis development - WP3/Azione 3.1.3 "Creazione e implementazione della strategia di comunicazione per il turismo locale" – Interreg VA (EL/IT) Greece – Italy 2014/2020.

A siglare la convenzione, il cui obiettivo è intensificare i traffici delle piccole navi da crociera e degli yacht di lusso tra la Puglia e la Grecia, per lo sviluppo di un’economia dinamica in tutti i porti del sistema e coinvolgendo anche i territori dell’entroterra, sono stati il presidente dell'Autorità portuale Ugo Patroni Griffi e il vicesindaco del comune di Barletta, Marcello Lanotte.

“Si tratta di una opportunità per Barletta e per la provincia – ha detto il vicesindaco Lanotte - che entrerebbero a far parte di un circuito importante per l’economia del territorio le cui bellezze, la storia e l’arte avrebbero la possibilità di essere apprezzate e riconosciute attraverso la creazione di percorsi che ne esprimano tutte le potenzialità. Per tutto questo, Barletta col suo porto, che è stato crocevia storico di grande importanza fra Oriente e Occidente, c’è ed è disponibile a creare quelle necessarie e strategiche sinergie con gli altri porti dell’Autorità di Sistema, Manfredonia, Bari, Monopoli e Brindisi”.

Le navi del segmento “Luxury”, di dimensioni minori, possono andare in tutti i porti e contano su croceristi con grande capacità di spesa. Si tratta di un comparto in crescita, molto interessante perché destagionalizzato con viaggiatori interessati ad andare fuori dai circuiti soliti e più noti e Barletta, da questo punto di vista, è molto interessante”, ha detto Ugo Patroni Griffi..

Perchè le navi possano attraccare i porti dovranno adeguarsi. A Barletta, oltre al dragaggio, che inizierà a breve, è prevista la realizzazione di una stazione marittima che sarà completata, ha detto Ugo Patroni Griffi fra dicembre e l’inizio del 2020 per essere attiva per la prossima stagione e consentire che nello scalo barlettano convivano il traffico commerciale con quello crocieristico.

Lascia il tuo commento
commenti