Il fatto

SeaWatch 3, a Barletta solidarietà del Collettivo Exit alla capitana Carola con uno striscione

La replica del consigliere della Lega Flavio Basile

Attualità
Barletta martedì 02 luglio 2019
di Cosimo Giuseppe Pastore
SeaWatch 3, striscione a Barletta
SeaWatch 3, striscione a Barletta © nc

Un messaggio di solidarietà all’equipaggio della SeaWatch 3, ma soprattutto un gesto di vicinanza alla sua capitana Carola Rackete che, consapevole delle responsabilità alle quali avrebbe dovuto rispondere, negli scorsi giorni ha forzato il blocco navale a Lampedusa e portato in salvo i passeggeri della nave olandese, ormai stremati.

È comparso nelle scorse ore uno striscione a Barletta, affisso sulle ringhiere del ponte di via Alvisi: “Se rubi 49 milioni vai al governo, se salvi vite umane ti arrestano”. È alla provocazione che il Collettivo Exit si affida per lanciare un segnale di vicinanza, unendosi al coro di quanti chiedono la liberazione di Carola, soprannominata una moderna Antigone, al grido di #freeCarola.

«Tutta la nostra solidarietà e complicità all'equipaggio della Seawatch ed a tutti coloro che mettono a disposizione tutto ciò che hanno per un ideale di giustizia sociale, per la libertà di tutte e di tutti - comunica il Collettivo sui social - Il nostro più profondo disprezzo a chi fa della presunta legalità un credo senza se e senza ma, sacrificando ogni giorno migliaia di vite umane in nome di essa.

Ciò che è giusto o ingiusto non potrà mai stabilirlo una legge, né un istituzione. Soprattutto quando a rappresentarle sono gli stessi personaggi che rubano, ingannano e mettono i più deboli l'uno contro l'altro nel tentativo di farla franca.

A tutti quelli che hanno augurato stupri alla capitana Carola Rackete e morte ai naufraghi salvati da lei ed il suo equipaggio chiediamo oggi quanto siano migliorate le loro condizioni dopo l'atto di forza del loro capetto Salvini e della piagnucolona guardia di finanza.

Le loro buste paga si sono ingigantite? Hanno trovato migliori e più dignitose condizioni di vita al loro risveglio? Il costo dell'affitto si è per caso dimezzato?

Odiate i più deboli perché non siete abbastanza coraggiosi da sfidare i più forti, gli stessi che vi hanno tolto tutto, perfino la speranza. Parlate di legalità per giustificare il vostro razzismo ma votate, vivete ed educate dimenticandovi di essa. Avete mai vissuto l'orrore della guerra? Probabilmente no, ma siete disumani in egual modo».

Sulla sponda opposta, per usare una metafora in tema, il consigliere comunale della Lega Flavio Basile, che sul suo profilo Fb pubblica la foto dello striscione e commenta: "Se impari ad essere più civile non deturpando la cosa pubblica forse saresti più intelligente e simpatico! Questo accade a Barletta! Ovviamente è stata data disposizione di rimozione immediata di questo “obbrobrio”! Oltremodo comprendo pure la rabbia di chi rode per il 40% degli italiani che hanno scelto di stare con chi combatte lo sfruttamento di vite umane!"

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Renato Borraccino ha scritto il 02 luglio 2019 alle 16:00 :

    Difendo la lega da non leghista e nemmeno da pro-governo. Cerco di usare la testa e non gli slogan di mandanti: credo che non si possa definire eroina chi va in Libia a sottrarre migranti alla guardia costiera libica per portarli deliberatamente a destinazione e cioè in Italia. Solo un cieco od uno stupido non capirebbe cosa c'è dietro e come sia deleterio per l'Italia, indipendentemente dalle posizioni politiche. Se i più bravi e i più umanitari, cavalcano l'onda della disobbedienza civile, rischiando di ammazzare uomini in divisa nell'esercizio del proprio dovere, allora chiunque si sentirà autorizzato a non rispettare la legge se crede in cuor suo che questa sia sbagliata. Su quello striscione al pari di quella frase si poteva scrivere "Viva l'anarchia sollecitata dall'Europa" Rispondi a Renato Borraccino

    Arianna Sardaro ha scritto il 03 luglio 2019 alle 14:22 :

    'Sottrarre gli immigrati alla guardia costiera libica', sono persone sfuggite da campi di concentramento LIBICI e dalla guerra in generale. È come dire che gli americani avrebbero dovuto farsi gli affari loro e lasciarci nelle mani dei nazisti. Pensa prima di parlare di cose che non conosci! Rispondi a Arianna Sardaro

    Babbo natale ha scritto il 04 luglio 2019 alle 14:56 :

    Cara mia t u dello profughi non sai niente prima di scrivere un commento viene a vivere in Germania per sapere ci sono profughi di guerra o profughi che vengo qui per fare quello che vogliono. Alloro sei gentile e difende il tu popolo italiano perche questi profughi ti te e i 60 millioni italiani non li frega niente . perche il loro scopo e cara Arianna portare solo sofferenze e male nella Europa . p.s i veri profughi siamo noi cara . al Rispondi a Babbo natale