La novità

Piscina comunale, finalmente il progetto riesumato dopo 10 anni?

Dopo dieci anni e due mandati amministrativi, sembra che il progetto sia stato letteralmente riesumato dal nulla nel quale era accidentalmente finito

Attualità
Barletta lunedì 13 maggio 2019
di Cosimo Giuseppe Pastore
Progetto Piscina comunale
Progetto Piscina comunale © nc

Era il 2009 quando il Consiglio comunale di Barletta approvava un progetto destinato a far perdere le tracce di sé. Si trattava della realizzazione di una piscina comunale adiacente al PalaDisfida “M. Borgia” che, ricorrendo allo strumento del project financing (c.d finanza di progetto), avrebbe garantito la realizzazione dell’opera pubblica a costo zero, nonché un guadagno garantito, per la ditta incaricata, direttamente dagli utili gestori della struttura.

Alla piscina coperta, dalle dimensioni di 25 metri e dotata di 8 corsie, con due vasche dedicate alla riabilitazione motoria, si sarebbe aggiunta una zona ristorazione di circa 600 metri quadrati e uffici annessi. Insomma, un progetto di prestigio per la città. Il tutto, sarebbe avvenuto tramite contributi erogati dall’Istituto per il credito sportivo e grazie al rilascio da parte del Comune di una fideiussione bancaria a garanzia del mutuo. Dopo quattro anni da quel Consiglio comunale, nel 2013, venne finalmente nominata, all’esito di una regolare procedura di gara, la società che si sarebbe occupata dei lavori. Da quel momento, però, il buio. Il rapporto tra il Comune di Barletta e la società incaricata, infatti, non fu mai contrattualizzato e della piscina, anno dopo anno, se ne sono perse le tracce. Fino ad oggi.

Dopo dieci anni e due mandati amministrativi, sembra che il progetto sia stato letteralmente riesumato dal nulla nel quale era accidentalmente finito e che la società vincitrice della gara abbia continuato, negli anni, a manifestare il proprio interesse alla realizzazione dell’opera. Colpa degli uffici comunali o di una politica che è stata poco pressante sul tema? Non è dato saperlo. L’unico dato di cui abbiamo contezza è che la piscina comunale pare essere tornata nell’agenda dell’Amministrazione comunale e che si sta lavorando ad una proposta di delibera da condividere e ridiscutere in Consiglio comunale.


Lascia il tuo commento
commenti