Sanità

L'assistenza domiciliare integrata dell'Asl Bat fa scuola alla Fiera del Levante

La piattaforma eLifeCare è stata presentata da Francesco Bellifemine, Direttore di produzione Area Sanità di Exprivia SpA

Attualità
Barletta sabato 15 settembre 2018
di La Redazione
Francesco Bellifemine, Direttore di produzione Area Sanità di Exprivia SpA
Francesco Bellifemine, Direttore di produzione Area Sanità di Exprivia SpA © n.c.

La digitalizzazione del sistema sanitario territoriale passa anche da una gestione dell’Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) attraverso smartphone, tablet e dispositivi avanzati di telemonitoraggio: è stata presentata in Fiera del Levante a Bari, durante il Forum Mediterraneo in Sanità, la piattaforma eLifeCare di Exprivia per il governo dell’assistenza domiciliare integrata della Asl BAT, gestita dalla cooperativa Auxilium. Notevoli i vantaggi raggiunti già nei primi mesi di attività, ossia un servizio al paziente notevolmente migliorato e una riduzione dei costi a carico del sistema sanitario.

“L’innalzamento dell’aspettativa di vita e l’aumento dei fabbisogni di assistenza sta già ponendo oggi al nostro sistema sanitario una sfida che vede la necessità di coniugare la cura per tutti i cittadini in un contesto economico difficile - commenta Francesco Bellifemine, Direttore di produzione Area Sanità di Exprivia SpA. La piattaforma eLifeCare permette di orchestrare tutto il sistema di assistenza, ottimizzando i tempi di trasferimento e i percorsi degli operatori, e di ridurre i costi del sistema sanitario locale grazie a una maggiore automatizzazione dei processi di pianificazione e all’eliminazione delle procedure cartacee. Di fatto si tratta di una vera e propria rivoluzione digitale del modello di cura che estende virtualmente l’ospedale nella casa del paziente. Inoltre, grazie all’integrazione di avanzate tecnologie audio-video, in un futuro ormai prossimo potremo monitorare i pazienti ed effettuare diagnosi da remoto, oltre che predisporre a distanza gli interventi soprattutto in caso di emergenza, dando finalmente il via alla telemedicina”.

Lascia il tuo commento
commenti