La nota dalla Diocesi

Giornata nazionale Colletta Alimentare: nella BAT raccolti 35 quintali di cibo

"Ci stiamo educando alla gratuità anche in questi anni di evidente drammaticità della nostra condizione sociale"

Attualità
Barletta giovedì 02 dicembre 2021
di La Redazione
Colletta alimentare nella BAT
Colletta alimentare nella BAT © Diocesi

Sabato scorso, 27 novembre, una parte dell'Italia si è mossa per la 25^ Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche a Barletta, Trani, Andria e Bisceglie.

«La contentezza  - dichiara Angelo Marzella, volontario, responsabile provinciale della Colletta - che abbiamo visto sui volti ieri sera di tutti subito dopo aver caricato l'ultimo cartone sul grande camion ACTL dell'esercito sul piazzale antistante la LIDL di Barletta, come quella che ci è stata comunicata personalmente da tanti volontari è il risultato forse più duraturo nelle vite di ognuno di noi ancor più dei circa kg. 3500 di alimenti raccolti in 10 supermercati. Il gesto della Colletta,  ce ne stiamo accorgendo tutti nel trascorrere degli anni, è una esperienza educativa oltre che di solidarietà, che ogni anno fa una parte del popolo italiano, tra cui noi.

Don Giussani, fondatore della fraternità di Comunione e Liberazione nei momenti più drammatici vissuti in Italia diceva che " ...ci vuole una educazione del popolo"».

Angelo Marzella ha proseguito con i ringraziamenti e con l’elenco delle diverse realtà associative che hanno partecipato all’iniziativa: «Quindi ci stiamo educando alla gratuità anche in questi anni di evidente drammaticità della nostra condizione sociale per le conseguenze pandemiche e per questo diciamo grazie anche alle tante associazioni che hanno voluto esserci: agli amici della Soms Roma Intangibile di Bisceglie. Grazie ai grandi giovani Rotaract-Interact di Barletta, Trani e Andria, che sono come sempre coinvolti appassionatamente.  Grazie alle associazioni Finanzieri, Carabinieri e Marinai di Bisceglie. Quest'anno siamo stati più colpiti dalla freschezza, passione e precisione dei ragazzi dell'Esercito Italiano delle caserme di Barletta e Trani che hanno condotto i loro mezzi militari verso le  destinazioni. Alcuni di loro, veterani della Colletta Alimentare "insostituibili" e con gli altri familiarità immediata. Pensavamo a come si sentiva accolta la gente in Afghanistan da ragazzi militari così! È impossibile elencare tutti i nomi  dei tantissimi amici che hanno chiesto di stare con noi e lo sono stati in silenzio. Dulcis in fundo: come è stato bello  che tanti dei nostri figli sono stati liberamente con noi. E non credo sia poca cosa».

Intanto  l’Associazione “Roma Intangibile”, capofila a Bisceglie, ha diramato una nota di cui si riporta il testo:

«Sulle parole del Vangelo “Ama il prossimo tuo come te stesso”, la rete associativa di Bisceglie, capitanata dal Sodalizio di “Roma Intangibile”, sabato 27 novembre 2021, in occasione della Giornata dedicata al Banco Alimentare, segnando numeri da record con la raccolta di 10 quintali di derrate, tiene a ringraziare il responsabile Provinciale della Colletta Angelo Marzella per aver offerto una grande possibilità di servizio al bene comune. Il coordinatore del Banco Alimentare per Bisceglie cav. Pierpaolo Sinigaglia ha specificato: «Personalmente devo ringraziare quanti a livello locale hanno voluto condividere la nostra mission: in primis i soci della S.O.M.S. “Roma Intangibile” che hanno messo l’impegno giusto e hanno risposto con un grande contributo di solidarietà e di aiuto verso i più bisognosi, organizzando più punti di raccolta nei pressi dei supermercati Dok e Penny della città».

Si è trattato di un importante momento di condivisione e donazione, come ha sottolineato il presidente di “Roma Intangibile” dott. Pasquale D’Addato: «Un gesto fatto con il cuore equivale al più grande dei tesori; questo è il grande desiderio delle donne e degli uomini del nostro Sodalizio che, come gli anni passati, hanno voluto rendersi disponibili per le famiglie bisognose di attenzioni».

Hanno alacremente collaborato: la socia Giulia Di Liddo di concerto alla vicepresidente S.O.M.S. Caterina Ruta a guidare il gruppo delle volontarie di “Roma Intangibile”; A.M.N.I. con il Presidente Pasquale Brescia; A.N.F.I. con il Presidente Andrea Mazzilli; Ass. Carabinieri sez. Bisceglie con il Presidente Donato Mancini; ANCRI sez. BAT con il Presidente Cav. Cosimo Sciannamea. Le congratulazioni sono anche state espresse dal Sindaco di Bisceglie dott. Angarano, oltre che dagli assessori Maria Lorusso e Natale Parisi.

Volontari e associati hanno rappresentato dedizione e impegno per gli altri in tutto il territorio BAT: gruppo Rotaract e Interact di Trani, Rotaract di Andria e Barletta, in sinergia ai team organizzati sul territorio di Bisceglie. In totale sono stati raccolti 35 quintali di alimenti in 10 supermercati delle quattro città interessate della BAT.

La colletta alimentare, al suo 25esimo anno, tornata in presenza, ha in generale coinvolto 140mila volontari, nel rispetto delle norme, e quasi undicimila supermercati in tutta Italia: «La giornata della Colletta manifesta che sono i fatti, i gesti che innanzitutto educano noi, i nostri figli, tutti, e possono realizzare autentica solidarietà e coesione sociale», ha ricordato Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus. Quest’anno con la Colletta si sono raccolte circa 7.000 tonnellate di cibo – dieci quintali solo a Bisceglie - l’equivalente di 14 milioni di pasti, nonostante il momento particolare e i disagi dovuti al maltempo in numerose località. Quanto raccolto, insieme a quanto recuperato dal Banco Alimentare nella sua ordinaria attività durante tutto l’anno, sarà distribuito nelle prossime settimane a circa 7.600 strutture caritative che assistono oltre 1,7 milioni di persone. La Colletta continua online fino al 10 dicembre su Amazon.it/bancoalimentare e sul sito https://www.colletta.bancoalimentare.it, fino al 5 dicembre su Esselunga.it e su Easycoop.com.

È la storia di eroi di casa nostra che hanno portato alto il valore della solidarietà: il risultato della raccolta di dieci quintali di derrate alimentari a Bisceglie esemplifica l’attenzione dimostrata dall’intera collettività della Città che, anche in questa occasione, ha tenuto a partecipare e a confermare grande sensibilità».

 

 

Lascia il tuo commento
commenti