Oggi, 26 novembre

Settimana Europea Riduzione Rifiuti, evento Scartoff "Comunità circolari"

Seminari e laboratori a tema

Attualità
Barletta venerdì 26 novembre 2021
di La Redazione
SERR, evento Scartoff
SERR, evento Scartoff © Scartoff

Torna anche quest'anno la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti e ci sfida ad agire insieme per formare comunità circolari, volte a prevenire la produzione di rifiuti.
L’associazione Scartoff promuove questa manifestazione dal 2013, con seminari e laboratori a tema. Giunta quindi alla sua ottava edizione la SERR quest'anno intende promuovere, tra i cittadini, una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli con buone pratiche ambientali.

COSA SI FARA'?
L'azione sarà svolta in due momenti ludico-ricreativi:
• presentazione del tema SERR2021 "comunità circolari" con laboratorio di riciclo creativo gratuito aperto ad adulti e bambini, in cui verranno realizzati degli ecogadget da portare a casa.
• Gioco delle 4R, una gara ecologica basata sulla riduzione, Riuso, Recupero e Riciclo dei rifiuti, in cui i giocatori possono essere invitati a rispondere alle domande dell'informatore ecologico e superare delle prove per diventare cittadino ecosostenibile.
A conclusione dell'evento sarà presentata la guida al riuso realizzata dall'Associazione Scartoff in collaborazione con l'IISS Garrone di Barletta, con giochi e informazioni sulle buone pratiche ambientali e il riuso creativo.

DOVE?
Grazie alla collaborazione con il Centro commerciale Mongolfiera di Barletta, saremo ospiti nella "Piazzetta dei Sorrisi" oggi, 26 novembre, dalle ore 18 alle 20 (primo piano della galleria).
L'accesso alle attività è consentito con la Certificazione Verde COVID-19 - Green Pass

Evento patrocinato dal Comune di Barletta. 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 26 novembre 2021 alle 13:13 :

    Bisognerebbe sfatare al più presto la narrazione ecologica. I rifiuti vengono semplicemente differenziati e non sempre riciclati. Indagini di note trasmissioni TV hanno rivelato come gran parte della plastica raccolta in Italia finisce negli inceneritori dei paesi dell'est, pagando 150 euro a tonnellata per bruciarla. Rispondi a Franco