Il 29 ottobre alle ore 17

Centro Antiviolenza "Giulia e Rossella Onlus", inaugurazione della nuova sede a Barletta

In via F. D'Aragona, 143

Attualità
Barletta mercoledì 27 ottobre 2021
di La Redazione
Centro Antiviolenza Giulia e Rossella
Centro Antiviolenza Giulia e Rossella © Centro Giulia e Rossella

Il Centro Antiviolenza "Osservatorio Giulia e Rossella Onlus" inaugura sul territorio di Barletta la nuova sede operativa, in via F. D'Aragona al civico 143, piano terra: attivo tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 12 e dalle 16 alle 19, con reperibilità h24 tutti i giorni ai numeri 380/3473374 e 388/7504780. Il taglio del nastro avverrà venerdì 29 ottobre alle ore 17.
"Ventisei anni fa l'Associazione ha dato impulso a un progetto pionieristico sul territorio, uno dei primi in Puglia, un presidio per la legalità e la lotta alla discriminazione e alla violenza di genere. Da allora tanto abbiamo fatto per le donne, lottando accanto a loro per il riconoscimento del loro diritto a vivere libere dalla violenza, nonché per la promozione di una cultura libera dagli stereotipi che la legittimano.
Siamo riuscite a tessere una Rete Antiviolenza costruita attraverso la collaborazione con i Servizi del territorio (Forze dell'Ordine, Servizi Sociali, ASL, Scuole) in sinergia con l'associazionismo locale, motore di questa città. Oggi diamo nuova forza a questo progetto, inaugurando questa nuova sede, punto di riferimento per le donne e gli uomini di questa città che desiderano contrastare e prevenire questo fenomeno. Tanti i nuovi progetti che stiamo per mettere in campo, che vanno dal potenziamento dei percorsi di autonomia anche economica delle donne, ad eventi culturali il cui obiettivo è rendere questo luogo un vero e proprio incubatore culturale contro le discriminazioni che sottendono la violenza, attraverso eventi di sensibilizzazione rivolti alla cittadinanza, con particolare attenzione ai giovani, agli adolescenti e ai luoghi di lavoro pubblici e privati, per favorire l'emersione del fenomeno. Non è un caso che ad inaugurare la nuova sede sarà l'assessora al Welfare della Regione Puglia, dott.ssa Rosa Barone. La Regione Puglia, infatti, è da anni in prima fila nel contraso della violenza nei confronti delle donne, promuovendo e sostenendo ulteriormente con i Programmi Antiviolenza previsti dalla L.R. 29/2014, le attività dei Centri Antiviolenza autorizzati al funzionamento e iscritti al Registro regionale. Questa sinergia permette il potenziamento, tra le altre cose, di progetti di presa in carico individualizzati che vanno dal superamento della situazione di disagio derivante dalla violenza subita, al reinserimento socio-lavorativo, l'accompagnamento verso l'autonomia e l'autodeterminazione, nonché la messa a punto di percorsi di ospitalità per le donne, sole o con minori, affinché, ascoltate e sostenute dalle operatrici specificamente formate e con esperienza pluriennale, possano scegliere di vivere libere dalla violenza", dichiara la presidente Immacolata Fortuna Arbues.

Lascia il tuo commento
commenti