Conclusa poco fa la riunione

Green Pass, il Consiglio dei ministri vara le nuove norme

Varato il decreto

Attualità
Barletta giovedì 05 agosto 2021
di La Redazione
Green pass europeo
Green pass europeo © n.c.

Il Consiglio dei ministri, riunitosi nel pomeriggio di oggi 5 agosto, ha varato il decreto contenente nuove norme sul Green Pass. 

Ecco le novità:

- Oltre all’obbligo per gli studenti universitari, ma non per i minorenni nelle scuole di vario grado, anche il personale scolastico e universitario dovrà presentare la certificazione verde per poter svolgere il proprio lavoro. In caso contrario, “il mancato rispetto delle disposizioni è considerato assenza ingiustificata e, a decorrere dal quinto giorno di assenza, il rapporto di lavoro è sospeso e non è dovuta la retribuzione"

- Il documento sarà necessario anche per i trasporti a lunga percorrenza ed entrerà in vigore il primo settembre. “Il green pass non sarà obbligatorio per bus e metropolitane del trasporto pubblico locale e per i treni regionali”, ha detto il ministro per gli Affari Regionali, Mariastella Gelmini

- Il certificato verde, sui traghetti, non sarà necessario per i viaggi intra-regionali. È ancora in discussione se escludere dall’obbligo i traghetti che attraversano lo Stretto di Messina. 

- I clienti degli alberghi che vogliono accedere ai ristoranti e ai bar al chiuso nelle strutture non dovranno utilizzare il green pass. 

- La quarantena per i positivi vaccinati sarà ridotta a 7 giorni con tampone alla fine del periodo. Resta 10 giorni per i non vaccinati. 

- Gli esercenti di bar e ristoranti sono pronti al controllo dei clienti che consumeranno al tavolo all’interno dei locali, ma non ad una eventuale verifica dei documenti di identità. 

- I test rapidi in farmacia per la fascia di età tra i 12 e 18 anni costeranno 8 euro e 15 euro per tutti gli altri. 

- Avranno una esenzione i vaccinati con Reithera, il composto made in Italy, finora escluso dal green pass.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 06 agosto 2021 alle 08:13 :

    Come sempre norme confuse, transitorie, di dubbia comprensione e difficile interpretazione quando non addirittura contraddittorie e ai limiti della costituzionalità. Rispondi a Franco