L'opinione del fratello del campione, avv. Vincenzo Mennea

Olimpiadi, no cittadinanza a Jacobs: "Pietro Mennea rivalutato a Barletta solo dopo la morte"

"La cosa migliore da fare è augurare a Jacobs una carriera lunga e sfavillante auspicando di divenire leggenda al pari di Pietro Mennea"

Attualità
Barletta giovedì 05 agosto 2021
di La Redazione
Jacobs e Mennea
Jacobs e Mennea © Il Quotidiano Italiano

"Egregi Signori,

non m’interessa della vostra esistenza e di quello che fate, apprendo oggi che molti sono diventati cultori dell’atletica leggera, ma il modo in cui vi esprimete evidenzia che non capite nulla. Adesso volete saltare sul carro di Jacobs perché ha vinto la medaglia d’oro a Tokyo con il tempo di 9”80. Tutti hanno seguito la gara e vogliono dare un loro parere tecnico, ma non vi accorgete che siete ridicoli e state sbagliando? Da ultimo, ho saputo della riprovevole mozione, proposta ed appoggiata, di conferire a Jacobs la cittadinanza barlettana, da chi nulla ha a che spartire con il mondo dell’atletica, ieri come oggi, e che vede in siffatta idea un modo, del tutto personale, per soddisfare i propri “appetiti” da megalomane o peggio, aggrapparsi al proprio unico salvagente per rimanere a galla in un mare di mediocrità.

Ancora oggi non comprendo il perché di una simile idea.

Cosa c’entra conferire a Jacobs la cittadinanza di una città che diede, anni addietro, i natali ad un altro campione che è stato, ahimè, “rivalutato” e ricordato solo dopo la sua morte. Io dico di lasciare stare questo ragazzo, di fargli vivere la gioia di un primato unico, frutto di anni di fatiche, sofferenze e privazioni. Mi piacerebbe che, per una volta, lo sport vincesse sugli interessi di uomini piccoli come coriandoli che nulla sanno e nulla possono sapere del grande significato che per uno sportivo, un vero sportivo, hanno parole come disciplina, lealtà, fratellanza, sportività.

L’assurdità di quanto proposto appare ancora più evidente, ed al contempo strumentale per gli interessi di pochi, quando si vuole accomunare questo giovane campione a quello che un tempo fu Pietro Mennea. Nessuno sportivo avrebbe mai fatto un simile errore. Cercare di accomunare due epoche differenti, due modi di prepararsi ed allenarsi diversi, frutto dello studio e dell’evoluzione scientifica e tecnologica, non è possibile. Quando il tempo sarà passato da questo fantastico risultato, quando i giovani atleti di oggi diverranno uomini maturi di domani, quando gli anni avranno diluito ricordi ed entusiasmi, allora un futuro Jacobs nulla avrà in comune con quello attuale eccetto l’amore per lo sport e per l’etica sportiva che impone il rispetto degli altri senza secondi fini.

Credo che il miglior modo per festeggiare l’atletica non sia quello di strumentalizzare un risultato o approfittare del ricordo che un campione ha lascito di sé (dentro e fuori le piste), ma quella di augurare a Jacobs una carriera lunga e sfavillante auspicando di divenire leggenda al pari di Pietro Mennea ma per questo c’è tempo e solo gli anni a venire potranno svelare tale arcano, tutto il resto sono solo parole vuote gridate al vento.

Mi auguro che questa mia rinsavisca qualcuno ma sono certo, purtroppo, che sono parole inutili, in quanto chi dovrebbe capire è sordo a concetti che richiedono una profonda onestà intellettuale. Come si dice:“Non c’è peggiore stupido di chi crede di essere qualcosa di differente da quello che è”.

A buon intenditor poche parole".  

 

Vincenzo Mennea

 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Delia ha scritto il 06 agosto 2021 alle 19:55 :

    Noto che siamo tutti d accordo qui.. Ma allora chi cavolo ha pensato ciò ie propr nu cos a vint ahahahah Rispondi a Delia

  • Gianfranco Distaso ha scritto il 06 agosto 2021 alle 04:17 :

    Concordo pienamente, jacobs grande, ma cn barletta e Pietro Mennea, nn c'entr nind Rispondi a Gianfranco Distaso

  • Elisabetta Taniglia ha scritto il 05 agosto 2021 alle 23:48 :

    Ormai siamo tutti "tuttologi". Allenatori,critici, opinionisti, virologi, politici! Fortunatamente ci sono ancora persone come Vincenzo Mennea, fratello di cotanto campione, che ci riportano alla realtà! Rispondi a Elisabetta Taniglia

  • Mick ha scritto il 05 agosto 2021 alle 20:50 :

    Concordo in pieno Rispondi a Mick

  • Michele Lacerenza ha scritto il 05 agosto 2021 alle 17:11 :

    Solo per sapere , pubblicate qualsiasi tipo di critica , con "redazione" ? Rispondi a Michele Lacerenza

  • Lucia ha scritto il 05 agosto 2021 alle 13:31 :

    Ma chi è? Ma da dove le prendete queste idee? Mah Rispondi a Lucia

  • Angelo Napolitano ha scritto il 05 agosto 2021 alle 11:33 :

    Analisi molto, ma molto intelligente Rispondi a Angelo Napolitano

  • Domenico Laurent ha scritto il 05 agosto 2021 alle 08:42 :

    Vincenzo Mennea hai tutta la mia stima. Rispondi a Domenico Laurent