La nota

A luglio 400mila dosi in meno di vaccino Pfizer, Lopalco: «Saranno riprogrammate prenotazioni»

​Restano confermate tutte le seconde dosi e anche gli appuntamenti per le prime dosi dei cittadini over 50. Sospese in tutte le Asl, dal 5 luglio, la somministrazione delle prime dosi per gli under 50

Attualità
Barletta venerdì 02 luglio 2021
di La Redazione
Vaccino Pfizer
Vaccino Pfizer © Asl Bari

L’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco, al termine di una riunione con i referenti dei nuclei operativi aziendali delle Asl, comunica quanto segue: «Come già reso noto nei giorni scorsi, nel mese di luglio la Puglia riceverà circa 400mila dosi in meno di vaccino Pfizer rispetto al quelle previste e rispetto ai quantitativi del mese di giugno. 

Per tale ragione è necessaria una riprogrammazione delle agende e delle prenotazioni. Restano confermate tutte le seconde dosi e anche gli appuntamenti per le prime dosi dei cittadini over 50.

Dovremo, invece, sospendere in tutte le Asl pugliesi, a partire dal 5 luglio, la somministrazione delle prime dosi per gli under 50. In tutto, nelle nostre agende, sono 219.450 le prenotazioni degli under 50 che saranno riprogrammate. Sarà cura delle Asl comunicare telefonicamente o attraverso un servizio di messaggistica la sospensione dell’appuntamento ai diretti interessati.

Ovviamente questi appuntamenti saranno riprogrammati non appena avremo comunicazione da parte della struttura commissariale delle successive consegne di vaccino.

Ci tengo a dire che la velocità della campagna vaccinale è connessa alla quantità di dosi che ci consegna il Governo di volta in volta. Ancora oggi la Puglia si attesta al primo posto in Italia per capacità vaccinale, a dimostrazione del grande lavoro che prosegue a pieno ritmo e senza sosta».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 02 luglio 2021 alle 23:48 :

    A volte vien davvero da credere che qualcuno ha interesse a prolungare lo stato di pandemia. Rispondi a Franco

    Fefe ha scritto il 03 luglio 2021 alle 19:56 :

    Ovvio no. Sin dal primo giorno Rispondi a Fefe

  • Marco ha scritto il 02 luglio 2021 alle 16:57 :

    Vi ricordate del vaccino italiano Reithera che doveva essere pronto a giugno? E la produzione italiana di vaccino russo Sputnik? E il Johnson & Johnson? Niente, è rimasto solo lo Pfizer, quando c'è. E nessuno spiega come mai. Rispondi a Marco

  • Sasa ha scritto il 02 luglio 2021 alle 12:18 :

    Ci faremo trovare pronti per il nuovo lockdown di ottobre Rispondi a Sasa

  • Franco ha scritto il 02 luglio 2021 alle 07:23 :

    Lopalco però non ci spiega perché siamo legati mani e piedi a Pfizer, che fa quello che vuole senza che nessuno obietti. Nessuno da Figliolo a Emiliano si preoccupa di trovare alternative probabilmente per accordi commerciali segreti a noi nascosti. Ora occorre che qualcuno indaghi sulla vicenda. Rispondi a Franco