Oggi, 12 maggio

Giornata Internazionale dell’Infermiere, OPI BAT la celebra con uno speciale televisivo

La comunità infermieristica piange le 87 vittime del covid, che con i suoi 109mila infettati è la professione sanitaria più colpita

Attualità
Barletta mercoledì 12 maggio 2021
di La Redazione
Infermieri
Infermieri © Asl Bari

In occasione della Giornata Internazionale dell’Infermiere, l’Ordine delle Professioni Infermierisrtche di Barletta-Andria-Trani ha organizzato per oggi 12 maggio uno speciale televisivo, per dare voce agli infermieri impegnati durante questa pandemia.

In questo periodo di emergenza sanitaria – afferma il presidente OPI BAT Giuseppe Papagniè di fondamentale importanza dar voce agli infermieri impegnati sul fronte pandemico.

La comunità infermieristica piange le 87 vittime del covid, che con i suoi 109mila infettati è la professione sanitaria più colpita. Infermieri che non si sono mai tirati indietro al proprio dovere e lo hanno fatto con professionalità e sacrificio”.

In questa giornata internazionale dedicata agli infermieri vogliamo riprendere una citazione di Florence Nightingale “L’assistenza è un arte; e se deve essere realizzata come arte, richiede una devozione totale e una preparazione, come qualunque opera di pittore o scultore, con la differenza che non si ha a che fare con una tela o un gelido marmo, ma con il corpo umano, il tempio dello Spirito di Dio. E’ una delle belle arti, anzi la più bella delle arti”.

Devozione e preparazione sono due capisaldi dell’infermierista che hanno determinato questo periodo storico. Una professione che in questo anno e mezzo ha ricevuto grandi riconoscimenti sociali, a cui però non è seguita una giusta gratifica economica.

Basti pensare che gli stipendi degli infermieri italiani sono tra i più bassi d’Europa con delle differenze importanti con alcuni paesi europei.

Questa pandemia ci ha insegnato tanto – continua Giuseppe Papagni – e proprio dagli errori commessi nel passato dobbiamo ripartire. Il sistema sanitario nazionale ha un grande bisogno di infermieri. Già prima della pandemia ne mancavano circa 50mila (secondo il centro studi fnopi). Con la pandemia la situazione si è aggravata. Abbiamo perso intere generazioni di infermieri perché reclutati all’estero attratti da riconoscimenti economici e professionali nettamente superiori rispetto all’Italia. Questa pandemia ha dimostrato la grande professionalità e preparazione dei nostri infermieri, ma anche una qualità importante: l’empatia. Sono loro che nelle unità operative si sono presi cura dei nostri cittadini, tenendogli la mano negli ultimi momenti di vita.

Sono loro che nei reparti covid hanno portato affetto e calore venuto meno dallo stato di isolamento da tutti e tutto.  Gli infermieri ci sono sempre e sono al fianco dei cittadini“.

Durante la trasmissione televisiva ci sarà anche la presenta di un ospite a sorpesa.

Rinnoviamo l’appuntamento lo speciale televisivo ARTICOLO 21 su Teleregione sul canale 14 del digitale terrestre il 12 maggio alle ore 15:00 e alle 23:30, invece il 13 maggio alle ore 21:00. Auguriamo a tutti una Buona Visione e una buona festa internazionale dell’infermiere.

Lascia il tuo commento
commenti