Verso le elezioni Regionali 2020

Regionali, l'Ordine dei Medici BAT incontra il candidato presidente Raffaele Fitto

Giovedì 23 luglio alle 19 al Brigantino 2

Politica
Barletta martedì 21 luglio 2020
di La Redazione
Raffaele Fitto
Raffaele Fitto © Agenda

L'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Barletta Andria Trani incontra i candidati presidenti della Regione Puglia.

Infatti l'Omceo, presieduto dal dottor Benedetto Delvecchio, ha preso contatti con i candidati alla presidenza della Regione Puglia al fine di «conoscere quali azioni a livello sanitario saranno messe in campo per la prossima legislatura».

Dopo gli incontri con Michele Emiliano, Antonella Laricchia e Mario Conca si terrà quello con Raffaele Fitto giovedì 23 luglio alle 19 al Brigantino 2. Seguirà quello con Scalfarotto.

«Abbiamo inteso avviare questo confronto singolarmente con i candidati per far sentire, direttamente da noi medici, quali sono le nostre esigenze al fine di poter al meglio svolgere la nostra professione così delicata nell'ambito regionale - ha dichiarato il presidente Delvecchio -. Con tutti i candidati stiamo avendo un confronto chiaro e diretto al fine di comprendere sin da ora quali sono le linee guida della loro azione sanitaria futura. Desidero ringraziare i candidati presidenti con i quali sto interloquendo. Non faremo sconti a nessuno nell'interesse del rispetto dei nostri pazienti e della nostra professione. Invito chiaramente tutti i colleghi, in particolar modo, ad intervenire al fine di poter far presente le proprie idee in un'ottica di miglioramento del sistema sanitario regionale».

La conclusione di Delvecchio: «Siamo ad un punto di svolta tanto per quanto accaduto con l'attuale emergenza Covid quanto per tutto quello che attiene alla proposta della Commissione europea in merito al programma EU4Health volto a rafforzare il coordinamento delle politiche sanitarie degli Stati membri e la centralizzazione di alcune attività di ricerca e di prevenzione. La Commissione propone di investire 9,4 miliardi di euro nel programma. E' chiaro che la salute resterà di competenza degli Stati membri tuttavia beneficiare di questi fondi sarà molto importante per tutti».




Lascia il tuo commento
commenti