Questa mattina a Barletta

Regionali, M5S presenta candidata: “Lavoriamo sui temi che interessano ai cittadini come il lavoro"

Stefania Elia Doronzo, avvocata barlettana non vedente di 35 anni

Politica
Barletta sabato 18 luglio 2020
di La Redazione
Antonella Laricchia
Antonella Laricchia © n.c.

“Il clima in cui ci stiamo muovendo sta diventando a tratti inquietante. Noi ormai ci ridiamo su leggendo ogni giorno di alleanze pre e post voto che non hanno alcun tipo di fondamento. Abbiamo obiettivi chiari e non perdiamo la strada, chi non rispetta la volontà degli attivisti e dei Portavoce è libero di andarsene. Siamo convinti di essere la sola vera possibilità di cambiamento, mentre gli altri sono passato e passato remoto. Per questo lavoriamo sui temi perché sono quelli che stanno a cuore ai cittadini. Il nostro programma è frutto del lavoro di 5 anni in cui abbiamo ascoltato i pugliesi, di cui conosciamo bisogni e problemi”. Lo ha dichiarato la candidata presidente del M5S alla Regione Puglia Antonella Laricchia, questa mattina a Barletta nel corso di un incontro con il senatore Ruggiero Quarto e la candidata alle Regionali Stefania Elia Doronzo, avvocata barlettana non vedente di 35 anni, nota per l’impegno nel sociale, grazie anche alle competenze acquisite in diritto del lavoro.

“Il lavoro è il tema più sentito dai pugliesi - ha continuato Laricchia - tranne nella Bat dove il problema più avvertito è la sanità. Probabilmente anche a causa di un piano di riordino che ha solo tagliato posti letto, mentre il potenziamento del servizio che dovrebbe essere il nuovo ospedale ci sarà chissà quando, così come la sanità del territorio. Vogliamo agire su due livelli prioritari: potenziare la sanità del territorio prima di tutto e ottimizzare le risorse, tagliando sugli sprechi e non sulla qualità. Il lavoro è un’altra sfida importante: la Regione gestisce la formazione e gestisce anche la qualità dei centri per l’impiego, dove si incontrano domande e offerte di lavoro. Perché nessuno ha mai investito per potenziarli? Il sospetto è che quella politica che non investe sui centri per l’impiego sia la stessa che si propone lei come domanda e offerta di lavoro. Il lavoro va pensato sulla persona, con le sue caratteristiche e professionalità: questa è la sfida della formazione su cui stiamo lavorando. Politiche del lavoro che devono ovviamente coinvolgere anche le persone con disabilità, per il cui inserimento lavorativo la Regione in questi anni non ha fatto niente. Una figura come quella del disability manager fortemente voluto nel programma dalla nostra candidata Stefania D’Oronzo, è fondamentale, perché quello che spesso accade è lo smarrimento totale: le famiglie dei ragazzi con disabilità non sanno a chi rivolgersi. Se vanno su sito Puglia Sociale lo smarrimento diventa sconforto, perché è totalmente incomprensibile anche per gli addetti ai lavori. La comunicazione istituzionale è una risorsa: bisogna mettere in rete i servizi per permettere ai cittadini di conoscerli e di sapere a chi devono rivolgersi. Non si possono perdere giornate intere sbattuti da un ufficio all’altro e senza avere le risposte che si cercano.

“Non mi sento debole - ha dichiarato Stefania Doronzo - anche grazie al supporto di chi mi è stato accanto e di tutti i professionisti che hanno creduto in me. Legalità, trasparenza, lotta per i diritti sono i valori del M5S per cui ho deciso di candidarmi. Ho fortemente voluto che nel programma per le regionali fosse prevista la figura del disability manager, perchè per lavorare nel campo della disabilità servono professionisti che tengano conto delle diverse esigenze legate alle disabilità e lavorino in sinergia con le associazioni. Serve qualcuno che metta a disposizione le sue competenze e per farlo deve fare un corso abilitante. Per noi la cosa più importante sono le competenze, a differenza di quanto avviene negli altri partiti dove contano solo nomine e poltrone”.

“La gente - ha dichiarato Ruggiero Quarto - deve scegliere tra una politica che pensa ai suoi privilegi e una che pensa ai cittadini, rappresentata da Antonella Laricchia. La Regione per la prima volta grazie al M5S ha conosciuto la vera opposizione, che non si limita alle critiche, ma fa anche proposte costruttive. Un patrimonio che potrà essere messo a servizio della Puglia quando il M5S governerà la Regione. Siamo una rete, non di potere, ma di idee e servizi: la sinergia tra Portavoce a tutti i livelli porta a raggiungere il bene collettivo con onestà, competenza passione e servizio. Qualità che distinguono il M5S e la candidata presidente Antonella Laricchia e che possono portare a un vero cambiamento per la Puglia”.

Lascia il tuo commento
commenti