Da Picasso a Ferroni: al Museo la grafica è “un linguaggio ancestrale”

Corato
dal 10 novembre 2018 al 9 dicembre 2018 alle ore 19:00

Una nuova mostra al Museo. L’inaugurazione è in programma per sabato 10 novembre alle ore 19. La mostra resterà visitabile fino al 9 dicembre

Indirizzo Museo della Città e del Territorio

Da Picasso a Ferroni: al Museo la grafica è “un linguaggio ancestrale”
n.c. © n.c.

A partire dal 10 novembre il Museo della Città e del Territorio di Corato ospiterà una significativa mostra di opere grafiche, provenienti da raccolte private, che coprono l’arco temporale di un secolo, il Novecento, attingendo alla produzione incisoria di noti artisti italiani e stranieri come Fattori, Kandinsky, Picasso, Vespignani e Ferroni.

L’esposizione temporanea, realizzata in collaborazione con la Società Cooperativa Sistema Museo e con il patrocinio del Comune di Corato, si intitola “Il linguaggio ancestrale. La grafica d’autore dei maestri del Novecento”. L’inaugurazione è in programma per sabato 10 novembre alle ore 19: interverranno il curatore della mostra, Giovanni Capurso, e la storica della grafica d’arte Alessandra Fumarola.

Con l'aggettivo ''grafico'' si è sempre indicato ciò che attiene al disegno, al rappresentare e comunicare per segni. Con la parola moderna ''grafica'' si indica quella particolare famiglia di immagini risolte in segni su supporto di carta con diverse finalità rappresentative o comunicative. Nel Novecento la grafica è esplosa come strumento di comunicazione artistica, in tutta la sua forza: un gesto ancestrale che perciò è diventato nel tempo il veicolo di un linguaggio storico e culturale.

Le diverse identità culturali e sensibilità artistiche che sottendono alla selezione delle opere proposte si riflettono sul piano dei contenuti nelle molteplici direttrici di indagine: paesaggio romantico, astrattismo, fino all’introspezione metafisica. Un confronto tra linguaggi diversi, per formazione e tecniche adottate, che evidenziano quanto, ancora oggi, sia viva la ricerca grafica.

La mostra è visitabile con ingresso gratuito negli orari di apertura del museo, fino al 9 dicembre: martedì, giovedì, sabato ore 17.30-20.30; mercoledì e venerdì ore 9.30-12.30; domenica ore 10-12/17.30-20.30.