Barletta calcio

Barletta 1922, buio pesto biancorosso: l'Avetrana espugna il Manzi Chiapulin

Il Barletta di Pizzulli cede le armi alla matricola Avetrana che rimonta per due volte

Calcio
Barletta domenica 19 marzo 2017
di Ruggiero Rutigliano
Barletta 1922-Avetrana © BarlettaLive.it

Buio pesto al Manzi-Chiapulin, dove il Barletta di Pizzulli cede le armi alla matricola Avetrana che rimonta per due volte il parziale di gioco.

Padroni di casa che sbloccano la contesa grazie a Sguera che insacca ben imbeccato dal solito Mignogna, tuttavia la gioia del vantaggio dura solo pochi minuti con Cappellini che con una punizione pregevole ristabilisce la parità. Prima di andare negli spogliatoi nuovo sorpasso Barletta: Mignogna ricama per Lavopa che dal limite la piazza di giustezza per il 2-1.

Ripresa di inerzia totalmente a favore tarantina: Moschetto è abile a dire no a Cappellini in avvio ma si arrende al colpo di testa di Richella, dopo dieci minuti gli ospiti infliggono il colpo di grazia con il barlettano Larosa che firma la clamorosa rimonta.

L’ultima mezzora non regista particolari scossoni con l’Avetrana che si difende facilmente dagli sterili attacchi della formazione di casa, finisce 2-3 ed ennesima domenica da dimenticare in casa Barletta.

 

BARLETTA 1922 – AVETRANA 2-3

 

BARLETTA 1922: Moschetto, Rizzi, Aprile, Digiorgio, Varola (88’ Grumo), Mignogna, (74’Khalil), Dentamaro, Cormio, Lavopa, Sguera, Faccini (67’ Lorusso). A disp: Cristallo, Monopoli, Messere, Zingrillo. All: Pizzulli

AVETRANA: Amabile, Diagne, Larosa, Ligorio, Cimino, Cellamare, Eleni (75’ Gioia), Richella, Marinaro, Cappellini (70’ Urbano), Coquin. A disp: Di Lauro, Amaddio, Abbatematteo, De Geatano, De Stradis. All: Viscido

Note: reti di Sguera (B) al 20’, Cappellini (A) al 27’, Lavopa (B) al 45’, Richella (A) al 50’, Larosa (A) al 59’. Ammoniti: Aprile, Dentamaro (B), Larosa, Marinaro (A)

Lascia il tuo commento
I commenti degli utenti
  • Michele Rinella ha scritto il 19 marzo 2017 alle 18:18 :

    Adesso Pizzulli la smetta di trovare pretesti: squadra spenta, senza idee, messa male in campo con un Zingrillo escluso che potrebbe fare meglio di Dentamaro, Mignogna tolto per fare spazio a signorine, Rubino non pervenuto. Pizzulli non legge la partita e fa cambi tardivi e sbagliati. Adesso cala il sipario su un anno da dimenticare ma che non deve finire con disonore. La Barletta calcistica non lo merita. Rispondi a Michele Rinella

Le più commentate
Le più lette