Le ultime news in casa Barletta 1922

Barletta 1922, ultima sgambata prima del rompete le righe

Dopo la pausa natalizia, la squadra si ritroverà martedi 27 dicembre

Calcio
Barletta venerdì 23 dicembre 2016
di Ruggiero Rutigliano
Barletta 1922-Bitonto
Barletta 1922-Bitonto © BarlettaLive.it

E’ in corso al Manzi-Chiapulin l’ultimo allenamento prima del rompete le righe in occasione delle festività del Santo Natale con i biancorossi che riprenderanno la preparazione nella giornata di martedi 27.

Seduta caratterizzata da lavoro atletico e partitella finale, allenamento individuale per capitan Digiorgio mentre sono rimasti a riposo Lavopa e Zingrillo.

Tutto tace al momento sui due fronti caldi. In ottica mercato, stando a quanto raccolto, la rosa non dovrebbe subire ritocchi e proseguire la rincorsa ai playoff con l’organico attualmente a disposizione mentre latitano aggiornamenti per ciò che concerne lo stadio Puttilli: la questione gara d’appalto per i lavori al manto erboso finirà addirittura sulla scrivania del Coni.

Ciò ovviamente non fa che amplificare la portata di una situazione ormai deleteria e sempre più enigmatica circa il futuro dell'impianto di via vittorio veneto.
La società, nella conferenza aperta al pubblico della scorsa settimana, ha sottolineato a più riprese e con fermezza la volontà di non sposare più un progetto che il prossimo anno non preveda l'utilizzo del Puttilli.  La città e la tifoseria di Barletta si augurano ovviamente che questa matassa venga sbrogliata il prima possibile.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele Rinella ha scritto il 25 dicembre 2016 alle 06:15 :

    E’ Natale e bisogna essere più buoni ma non fessi! Bontà significa sostenere una squadra che non vale l’attuale Trani o il Galatina o il Gallipoli. Bontà significa perdonare le amnesie difensive di Di Giorgio che ad ogni partita ne fa una delle sue. Bontà significa perdonare a Pizzulli il suo modulo buono e valido in tutte le gare e in tutte le situazioni( ma per lui essere buoni ha senso!). Bontà significa perdonare di esserci privati di un reale mezzo centravanti come Santoro( invece che di esserne completamente orfani). Bontà significa perdonare per avere un centrocampo fatto di soli 2 mediani. Bontà è tutto questo e oltre. Fessi significa non essere presi per i FONDELLI da un DS di nome De Santis che pur di discolparsi per i suoi fallimenti si trincera dietro calciatori obbedienti, allenatori muti al suo volere e alle sue balle cosmiche. FESSI, cari amici, significa non avvallare una Rispondi a Michele Rinella

Le più commentate
Le più lette