Campionati di Tennistavolo

Tennistavolo: Sardella conquista l'argento, Rotondo si ferma ai quarti

Domenica 24 giugno è andato in scena l'ultimo atto della stagione agonistica FITET

Altri Sport
Barletta domenica 01 luglio 2018
di Cosimo Sguera
Tennistavolo
Tennistavolo © nc

Domenica 24 giugno è andato in scena l'ultimo atto della stagione agonistica FITET nonché l'ultimo evento individuale 2017 - 2018.

La città di Casamassima, prestigioso palcoscenico del pongismo pugliese, ha ospitato l'edizione 2018 dei Campionati Regionali Individuali Veterani e Giovanili, valevoli per l'assegnazione dei relativi Titoli.

Al pari di un ospite puntuale ed educato, la Polisportiva ACSI ONMIC Barletta (mirabilmente supportata dagli sponsors Ottica Lamusta e Terrapulia), rispettando una tradizione che si perpetua da ben 37 anni, non ha potuto, ne' tantomeno voluto disertare la fascinosa manifestazione che, nelle passate stagioni,le ha riservato inimmaginabili gratificazioni agonistiche.In quest'ultimo "doppio impegno" che ha chiuso ufficialmente il corrente anno agonistico sono stati l'italo - francese Maurice Rotondo ed il talentuoso sedicenne Mario Sardella a difendere i colori del club barlettano.

Passiamo ad esaminare le prestazioni offerte dai due atleti con la casacca dell'ACSI ONMIC Barletta.

Il primo a scendere in campo è stato l'espertissimo Maurice Rotondo (tornato a vestire la maglia del sodalizio barlettano dopo ben nove anni di assenza), cuore e cervello della compagine ACSI Ottica Lamusta che ha conseguito un sorprendente quarto posto nel Campionato Nazionale Maschile a Squadre di Serie C1. Testa di serie n. 2 di questi Campionati Regionali Veterani, Rotondo ha dominato il girone di qualificazione, piegando la resistenza di Frederic Joseph Jean Pascali (A.S.D. Tennistavolo Bari), della "vecchia volpe" Michele Grosso (A.S.D. C.T.T. Taranto) e di Franco Luisi (A.S.D. Fiaccola Castellana Grotte). Approdato con inequivocabile merito al tabellone eliminatorio, il pongista italo - francese, dopo avere mietuto altre vittime illustri del panorama pongistico pugliese, ha raggiunto gli ottavi di finale dove ad attenderlo c'era Walter Lavermicocca, ex pongista del club barlettano nell'indimenticabile Campionato di Serie C2 2005 - 2006 (vinto dal team biancorosso) ed attualmente in forza all'A.S.D. T.T. Ennio Cristofaro Casamassima (Ba).

Avvalendosi di una tecnica decisamente più robusta, Maurice Rotondo non ha lasciato scampo all'avversario che ha dovuto "issare bandiera bianca" per 3 sets a zero.Accesso strameritato,dunque, ai quarti di finale.Avversario di turno Domenico Di Ciolla, insidiosisdimo giocatore dll'A.S.D. Fiaccola Castellana Grotte (Ba). Nei primi due sets Maurice Rotondo e' rimasto imprigionato nella fitta ragnatela di gioco, abilmente tessuta dal "corazziere" (per la sua imponente fisicità') Di Ciolla, e si e' ritrovato in svantaggio per 0 a 2. Nel terzo segmento di gara, il giocatore - simbolo del club barlettano ha recuperato entusiasmo ed animus pugnandi, ha iniziato ad attaccare in modo particolarmente incisivo e si e' aggiudicato il set, dopo un' autentica battaglia, per 14 a 12. Nella quarta frazione di gioco il 55enne italo - francese ha continuato a sviluppare il suo modulo offensivo, ha lottato stoicamente ma Di Ciolla e' stato molto astuto nel riuscire a neutralizzare l'incessante martellamento esercitato da Rotondo e, con pieno merito, ha prevalso sull'alfiere dell'ACSI ONMIC Barletta per 3 sets a 1.Lo stop rimediato nei quarti di finale dallo " straniero" del club barlettano non deve generare sconforto, ne' tantomeno delusione, soprattutto se si considera che l'ostico Di Ciolla ha avuto il merito di approdare alla finale, arrendendosi al gladiatore Corbaccio (A.S.D. T.T. Ennio Cristofaro Casamassima) solo dopo un interminabile duello.

Nel Singolare Maschile Juniores, il sedicenne Mario Sardella (autentico trascinatore del team ACSI ONMIC Lamusta, secondo classificato nel Campionato Regionale Maschile a Squadre di Serie D1) ha realizzato un piccolo grande capolavoro.

Partito come un treno "ad alta velocita' " nel girone di qualificazione, Sardella ha travolto Claudio Di Carlo (A.S.D Sport 2000 Lucera), restituendogli dopo poco più' di un mese la sconfitta patita nel corso dei Campionati Italiani di Quinta Categoria svoltisi a Terni.La giovane promessa dell'ACSI ONMIC Lamusta Barletta, dopo la vittoria iniziale sul già' citato Di Carlo, ha sconfitto Salvatore Ladisa e Adriano Bux (entrambi in forza all'A.S D. T.T. Ennio Cristofaro Casamassima), conquistando l'accesso al tabellone eliminatorio.Approdato ai quarti di finale, il talentuoso pongista barlettano ha dovuto affrontare Domenico Lavermicocca, valentissimo pari eta' dell' A.S.D. T.T. Ennio Cristofaro Casamassima(Ba).Sardella ha fatto registrare un eccellente start, si è aggiudicato i primi due sets ma ha dovuto subire il "ritorno orgoglioso" del giovane casamassimese che ha accorciato le distanze per 1 a 2.Nella quarta frazione di gioco la promettente "racchetta barlettana" ha dovuto sfoderare le sue armi migliori per avere ragione dell'indomabile avversario e, al termine di un combattutissimo set vinto ai vantaggi, ha posto fine alle ostilità' con lo score di 3 a 1. Grazie a questo prestigioso successo Sardella ha raggiunto la semifinale dove ad attenderlo c'era Lorenzo Magarelli, temibile pongista del C.T.T. Molfetta.Consapevole dell'importanza di questo match oltreché' delle eccellenti capacita' avversarie, il giovane pongista barlettano ha ingaggiato un duello affascinante e dall'esito assolutamente imprevedibile.Arresosi nel 1° set per 10 a 12, Sardella ha vinto la seconda frazione del match per 15 a 13 e si e' portato momentaneamente in vantaggio per 2 a 1, aggiudicandosi il terzo set per 11 a 8.L'irriducibile avversario non ha gettato la spugna e ha ristabilito la parità', vincendo il quarto segmento di gara per 11 a 5. Nel quinto e decisivo set, il sedicenne barlettano e' partito a tutto gas, ha tenuto l'avversario a distanza di sicurezza, si e' aggiudicato il game decisivo per 11 a 4 ed il match per 3 a 2. Stremato dalla fatica ma felicissimo, Sardella ha conquistato una storica finale, riportando l'ACSI ONMIC Barletta sul podio dei Campionati Regionali Giovanili FITET dopo ben dieci anni di "digiuno".

Il confronto con Antonio Pellegrini (atleta in possesso della classifica di Seconda Categoria a soli 15 anni, componente il team Ennio Cristofaro Casamassima che partecipera' al prossimo Campionato Nazionale Maschile a Squadre di Serie A2) ha avuto un unico "senso di marcia" ma l'esito inevitabile di una finale siffatta non ha sminuito ,nella maniera più' assoluta, l'eccellente prestazione offerta dallo juniores barlettano. La medaglia d'argento conquistata da Mario Sardella e, di riflesso, dalla Polisportiva ACSI ONMIC Barletta VALE ORO!!!!!!


Lascia il tuo commento
commenti